Tu sei qui

Morto Luigi Termignoni, colui che trasformava la passione in 'musica'

Addio al fondatore della omonima azienda di scarichi per moto, dal 1969 e restandone presidente fino al 2015. Aveva 75 anni

News: Morto Luigi Termignoni, colui che trasformava la passione in 'musica'

Si è spento nella notte, tra il 17 ed il 18 Novembre, all'età di 75 anni, Luigi Termignoni, fondatore della azienda di scarichi per moto famosa in tutto il mondo. Fondata 50 anni fa a Predosa (paese nell'Alessandrino), la Termignoni si è saputa ritagliare ben presto una solida reputazione a livello globale.

Fu nel 1969 che Luigi Termignoni, partito da una piccola officina, inizia con la produzione di impianti destinati alle elaborazioni e inizia a costruire i primi scarichi dedicati, in particolare, dai primi anni '70, ai motori Kawasaki 4 cilindri fronte marcia.
Alla fine di quel decennio arrivò la novità dei primi silenziatori in alluminio che riscosse un grande successo anche alla Parigi-Dakar, migliorando le prestazioni dei mezzi in fatto di leggerezza e rumorosità.

Negli anni ’80 la Termignoni vide crescere il suo successo con la presenza in gare come la 24 Ore di Le Mans, dove arrivò a gestire l’80% degli scarichi dedicati alle vetture da corsa. Durante gli anni ‘80, l’azienda si amplia avviando lo sviluppo e la produzione del primo impianto di scarico per la Ducati, dando vita ad un sodalizio storico per il motociclismo italiano.
Ma oltre al marchio bolognese sono tanti i nomi che poi nel tempo Termignoni ha supportato: Honda, Kawasaki, Yamaha, MV Agusta, Montesa, Ossa e Beta. Senza dimenticare le corse con case e i piloti impegnati nei campionati di MotoGP, Moto2 e Superbike.

Dieci anni fa Luigi Termignoni cedette la sua fabbrica, restando comunque presidente fino al 2015.  

Alla famiglia ed agli amici le più sentite condoglianze dalla redazione di GPOne.com

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti