Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "Alex Marquez in HRC? è spagnolo, a Repsol piacerebbe molto""

"Per Puig sarà una scelta complessa. Un francese come Zarco non sarebbe la stessa cosa per lo sponsor, che è iberico. Per questo vedo Alex come favorito nella corsa al mio posto per la prossima stagione"

MotoGP: Lorenzo: "Alex Marquez in HRC? è spagnolo, a Repsol piacerebbe molto""

Quella di oggi è stata, salvo clamorose sorprese o rientri al momento smentiti, l’ultima qualifica in MotoGP di Jorge Lorenzo. I ricordi volano subito alle 69 pole del Martillo nel motomondiale ma, come sappiamo, con la Honda Jorge non si sente veloce e anche oggi è arrivata una deludente 16° posizione. Quali sono state le sensazioni in pista?

“Oggi sono più o meno allo stesso livello di ieri - ha detto - meglio delle ultime gare, comunque. Ho chiuso a 1.3 secondo dalla pole position e la mia 16° posizione è il massimo che ho potuto fare. Domani durante il Warm Up cercherò dei miglioramenti, poi dovrò partire bene in gara e se sarà così potrei fare 3 o 4 punti”. 

Cerchi miglioramenti per sviluppare la moto anche nella tua ultima gara?

“Io sono un professionista e quando metto il casco mi dimentico di tutto - ha detto - Questa è la mia ultima gara ma io voglio comunque provare a migliorare la moto per cercare di portare a Honda qualche punto importante per la Tripla Corona”. 

A parte posizione e distacco, qui a Valencia ti sei sempre sentito meglio rispetto ad altre piste. Hai conquistato 4 vittorie, due delle quali sono arrivate dopo la pole position. Ti stai divertendo anche con la Honda qui?

“Si, su questo tracciato mi vedo più competitivo e quando i piloti forti mi passano riesco a seguirli un po’ di più rispetto alle altre gare e questo mi piace. Mi sto divertendo in questi giorni e a parte il freddo che ci impone di stare attenti è una pista che mi piace molto”. 

Su questo circuito sei anche detentore del record della pista e anche del miglior giro in gara, entrambi siglati nel 2016 con la Yamaha. Oggi nemmeno Quartararo, con la sua pole, è riuscito ad avvicinarsi. Una bella soddisfazione, vero?

“E’ incredibile avere ancora il record della pista ero stato davvero veloce e lo dimostra il fatto che il record è ancora mio. Ora le moto vanno più veloce rispetto a tre anni fa ma io mi sentivo davvero bene quel giorno e con quella moto”. 

Sulla moto attuale, però, il prossimo anno non si sa ancora chi ci sarà seduto. Si parla molto di Alex Marquez che sarebbe in una bagarre a tre con Zarco e Crutchlow. Chi vedresti bene sulla Honda nel 2020?

“E’ molto complicato, Alex ha vinto due mondiali e ha molto talento, però anche Zarco ne ha vinti due e Cal è forse il più veloce dopo Marc su questa moto. Repsol è uno sponsor spagnolo e forse il fatto che Alex sia spagnolo può aiutare in questo senso. Per Alberto è una scelta complicata perchè scegliere un pilota è sempre difficile”. 

Quello che sappiamo per certo è che su questa moto non ci sarai tu durante la prossima stagione. Che sensazione è chiudere qui a Valencia?

“Finire qui la mia carriera è bello perchè siamo in Spagna e il pubblico è sempre molto caloroso qui nei miei confronti. E’ stato emozionante concentrarmi al massimo per le qualifiche per cercare il mio miglior giro ed è un peccato non avere la velocità necessaria per chiudere nelle posizioni che contano”. 

Hai già pensato a qualcosa per il futuro?

“Sono aperto a ogni possibilità per il momento - ha detto Lorenzo - vedremo ora cosa riuscirò a fare”. 

Audio raccolto da Paolo Scalera

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti