MotoGP, FP1: Quartararo e la Yamaha al top, Rossi a terra

Inizio in salita a Valencia per il Dottore, vittima di una scivolata, 2° Miller seguito da Marquez e Vinales, 9° Dovizioso, 11° Petrucci, 13° Zarco

Share


Al fuoco, al fuoco! Verrebbe da dire così vedendo come è iniziata la FP1 di Valencia. Già, perché dopo pochi minuti dal via, la Ducati di Michele Pirro è andata in fiamme. Un fuoriprogramma non da poco per il collaudatore pugliese, che ha dovuto lasciare la propria Rossa nelle vie di fuga, attendendo l’intervento del personale di pista con gli estintori.

C’è chi poi è finito a terra, stiamo parlando di Valentino Rossi, che nei minuti conclusivi del turno è stato vittima di una scivolata innocua, che lo ha costretto a terminare le danze prima del tempo. Insomma, gli inconvenienti non sono mancati nel turno inaugurale della classe regina al Ricardo Tormo.

Per fortuna che c’è anche il cronometro a far parlare di sé con Fabio Quartararo autore del riferimento in 1’31”455. All’ultimo tentativo disponibile il francese ha piazzato la zampata vincente, mettendo in riga la concorrenza. Di sicuro c’è fame di vittoria da parte del portacolori SIC Petronas, reduce da un weekend opaco nella domenica a Sepang.

Tornando a Valencia, le FP1 sono state un turno interlocutorio dove nessuno ha cercato il tempo, preferendo aspettare il pomeriggio e temperature più alte. La sessione è servita soprattutto a lavorare sull'assetto, con tutti i piloti orientati sulla gomma media al posteriore. Nella scia del transalpino si è quindi messo Jack Miller con la Ducati, incalzato a ruota dalla Honda di Marc Marquez, tutti e tre racchiusi in soli 77 millesimi.

Con Valentino Rossi soltanto ottavo a mezzo secondo dalla vetta, la Yamaha ufficiale più veloce è quella di Maverick Vinales, capace di agguantare la quarta piazza davanti a Franco Morbidelli. La classifica appare particolarmente ristretta con dodici piloti racchiusi in meno di otto decimi.

Tra questi compare anche Andrea Dovizioso, costretto a consolarsi col nono tempo davanti alla Suzuki di Alex Rins, mentre resta fuori dalla top ten Danilo Petrucci, attardato di oltre sette decimi. Come detto la FP1 è stata l’occasione per lavorare su gomme e ritmo, senza cercare l’attacco al tempo. Sarà quindi necessario aspettare il pomeriggio, dove è previsto sole anche per la FP2.

Tra coloro che devono rincorrere spicca anche Johann Zarco, alla terza uscita con la Honda di Lucio Cecchinello. Il primo round in casa LCR se lo aggiudica però il francese, che col 13° tempo precede di due posizioni Cal Crutchlow, incalzato a sua volta dall’Aprilia di Iannone. Soltanto 18° Jorge Lorenzo, che al termine del primo turno incassa quasi un secondo e mezzo dalla vetta. In quella che è l’ultima uscita del maiorchino con la Honda, il 99 sta cercando di prendere le misure con la moto su un tracciato dove la HRC sogna la tripla corona. Ventesimo Bagnaia, chiude il gruppo Lecuona, al debutto in sella alla KTM del Tech3 ed in grado di incassare appena due decimi dal ben più esperto compagno Syahrin.

Questa la classifica della FP1 MotoGP a Valencia: 

  

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti