Tu sei qui

MotoGP, Rossi: “Continuando così, non riuscirò a risolvere i miei problemi”

“Alla Yamaha servono gli ingegneri giusti e un forte investimento. Quartararo? Non sempre avere l’esperienza è un vantaggio”

MotoGP: Rossi: “Continuando così, non riuscirò a risolvere i miei problemi”

Share


Il Motomondiale sbarca a Valencia per l’ultima gara stagionale e in casa Yamaha è giunto il momento di fare il bilancio di questo 2019 che si appresta ad arrivare al termine. Il compito spetta a Valentino Rossi, il quale non mostra la propria delusione in una intervista esclusiva rilasciata alla Dorna: “Per me è stato un Campionato difficile – ha commentato il 46 – il primo problema era legato all’elettronica. Con l’arrivo della centralina unica i nostri ingegneri hanno fatto molta fatica, dal momento che si sono trovati nella situazione di dover imparare una nuova lingua”.

C’è poi un secondo aspetto sul quale il Dottore si sofferma: “Il motore – ha sottolineato – puoi aumentare la potenza e lo sviluppo, ma per fare ciò ci vuole tempo e denaro. Il fatto è che continuando così, in questa direzione, non riusciremo mai a risolvere i nostri problemi. Alla Yamaha servono gli ingegneri giusti e un forte investimento da parte della Casa e di questa cosa a Iwata ne sono ben consapevoli. Di sicuro c’è un lavoro continuo, così come lo scambio di informazioni, ma serve di più”.

In questo 2019 la grande rivelazione è stata Fabio Quartararo: “In molti si aspettavano di vedere Fabio veloce fin dall’inizio, ma sicuramente non in questo modo – ha dichiarato Valentino – ha dimostrato che partendo da zero non sempre l’esperienza è da considerarsi un vantaggio per un pilota. Di sicuro è un grande talento, in particolare in ottica futura per la Yamaha”.

Non manca infine un a battuta riguardo il 2021: “Tutto dipende da quella che sarà la mia velocità e i risultati – ha concluso Rossi – nel caso in cui dovessi essere più forte rispetto a quest’anno e in gara in lotta per il podio, cercherò di continuare. In caso contrario vedrò cosa fare. La nuova Yamaha? Abbiamo due test importanti dopo la gara di Valencia, anche se il vero potenziale della moto lo capiremo a febbraio nei test di Sepang”.  

Share

Articoli che potrebbero interessarti