Tu sei qui

SBK, Redding vs Rea: primo confronto 2020 ad Aragon

Domani il primo test della nuova stagione al Motorland con Scott in sella alla Panigale V4, sulla Yamaha debutta invece Razgatlioglu

SBK: Redding vs Rea: primo confronto 2020 ad Aragon

Se il Motomondiale si prepara ad affrontare l’ultimo appuntamento stagionala a Valencia, in programma nel weekend, per la Superbike è tempo di tuffarsi nel 2020. Già, perché la due giorni di test ad Aragon, in programma mercoledì e giovedì, è una sorta di assaggio in vista della prossima stagione.

L’appuntamento del Motorland sarà l’occasione per un primo confronto diretto tra Johnny Rea e Scott Redding. Da una parte il cinque volte iridato della Kawasaki, pronto ad affilare le armi per il sesto titolo, dall’altra il pilota Ducati, reduce dal successo nel BSB verso cui non manca l’attesa. Per Scott si tratterà della seconda volta in sella alla Rossa, dal momento che tre settimane fa fu protagonista di un primo test in sella alla V4 a Valencia assieme al collaudatore Michele Pirro.

Con i colori Aruba Redding raccoglie il testimone lasciato da Alvaro Bautista e di conseguenza non manca la curiosità nel capire quale possa essere il suo vero potenziale in sella alla Ducati. Se sarà la scelta giusta o meno da domani inizieremo a capirne qualcosa. Sta di fatto che Scott avrà davanti ben tre mesi per prepararsi e arrivare pronto all’appuntamento di fine febbraio a Phillip Island, dove finalmente sapremo quali saranno i valori in campo.

Intanto, ad Aragon, non mancheranno le novità. Oltre a Redding con la Ducati, ci sarà il debutto di Leon Camier in sella alla Panigale V4 del team Barni. In questa nuova avventura con la squadra tricolore il pilota britannico vuole lasciarsi alle spalle le delusioni degli ultimi due anni, dove è stato chiamato a fare i conti con infortuni e una moto, la Honda, che lo ha messo non poco a dura prova.

Rimanendo in casa Ducati, all’appello ha risposto ovviamente anche Chaz Davies, mentre in Kawasaki farà il proprio debutto in sella alla ZX-10RR Alex Lowes. Archiviata l’avventura in Yamaha, Alex ha deciso di prendere al volo l’offerta KRT. Di sicuro gli farà non poco strano vedere domani in pista Toprak Razgatlioglu, in sella a quella che fino a poche settimane fa è stata la sua moto.

Già, perché anche le Yamaha saranno di scena sul tracciato di Alcaniz con van der Mark e il giovane turco, ambizioso di mettersi in mostra con la R1. Infine occhio ai nostri portacolori, ovvero Federico Caricasulo, pronto a debuttare in Superbike con la Yamaha di GRT. Il giovane ravennate non vedrà l’ora di essere in pista domani assieme allo statunitense Gerloff, che come ben sappiamo ha preso il posto di Sandro Cortese nel team diretto da Filippo Conti.

Ad Aragon vedremo quindi in azione soltanto Ducati Aruba e Barni, così come Yamaha PATA e GRT, a cui si aggiunge la Kawasaki, che ha prenotato per questi due giorni la pista. Assenti BMW e Honda, così come le altre squadre, che aspetteranno i test di Jerez e fine mese.    

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti