Tu sei qui

Triumph Thruxton RS: la cafè racer si fa più corsaiola

Motore più potente, meno peso ed una ciclistica più precisa. Sarà offerta in due colorazioni

EICMA: Triumph Thruxton RS: la cafè racer si fa più corsaiola

Scomoda, ti fa venire il dolore ai polsi, al collo, alla schiena. Ginocchia raccolte, sospensioni rigide e prega di avere i "gioielli di famiglia" al loro posto, o una buca ti trasformerà per sempre! Tutto questo sono le café racer, e quando si parla di café racer, la prima moto che viene in mente è la Triumph Thruxton, moto che nasce dall'’omonima gara Thruxton 500. Ad Hinckley però, hanno pensato di farla ancora più "ignorante", ed è per questo che nasce la nuova Thruxton RS 2020. Parliamo di una moto che è stata progettata e sviluppata per evolvere questa leggenda, ora dotata di un motore più potente, a detta del costruttore un handling più preciso e poi, con quello stile moderno che in questa versione è impreziosito da dettagli e finiture speciali.

+8 CV per toccare quota 105

Parliamo subito di prestazioni. La nuova Thruxton RS carica nell'arco 8 CV in più, per arrivare a quota 105 CV. Questo grazie a significativi aggiornamenti del propulsore, tra cui i pistoni a compressione maggiorata, le luci valvole ed il profilo delle camme riprogettati, un sistema secondario di iniezione dell’aria ed alcuni componenti del motore più leggeri. Di questi ultimi fanno parte l'albero motore (a inerzie ridotte), la frizione (più leggera nell’azionamento), i contralberi di bilanciamento, l'alternatore in terre rare, il coperchio della distribuzione in magnesio ed i carter motore più sottili. La coppia è più alta ad un minor numero di giri, raggiungendo un picco di 112 Nm a 4.850 giri/min, 700 in meno rispetto alla precedente Thruxton R. In generale l'inerzia è così ridotta del 20%, senza contare un allungo di 500 giri/min. in più.

La tecnologia non manca

Su questa Triumph Thruxton RS abbiamo tre riding mode evoluti: Sport, Road e Rain. Questi regolano la risposta dell'gas (Ride-by-wire), l'ABS e le impostazioni del controllo di trazione. Quest'ultimo è disinseribile. Non manca un faro anteriore a LED con luci DRL; la stessa tecnologia (a LED) è utilizzata per il fanale posteriore. Segnaliamo poi la presenza di una presa USB ed il transponder integrato nella chiave.

-6 Kg sulla bilancia

Rispetto alla Thruxton R, la Thruxton RS pesa 6 Kg in meno, grazie alle componenti sopraccitate del motore, e ad una batteria più leggera. Per incrementare la frenata, abbiamo ora delle nuove pinze Brembo M50 radiali monoblocco a 4 pistoncini e dischi anteriori Brembo flottanti, tutto per "far lavorare" i nuovi pneumatici sportivi Metzeler Racetec RR. Completano la ciclistica la forcella Showa regolabile a steli rovesciati e il doppio ammortizzatore Öhlins completamente regolabile con serbatoio separato.

Piccoli sapienti ritocchi

Abbiamo un nuovo look per la Thruxton RS, ad iniziare dalle nuove cover motore, distribuzione e pignone verniciate a polvere con finitura nera. I fianchetti laterali sono nero ed il paratacco è integrato alla cover del pignone. I cerchi sono neri anodizzati ed il forcellone, in alluminio, vanta una finitura anodizzata. La cinghia del serbatoio è in acciaio ed il tappo è il nuovo Monza. Le pedane sono le Daytona, mentre il semimanubrio clip-on è da 22mm. Specchietti ed indicatori di direzione sono anch'essi neri. La nuova Thruxton RS è disponibile in due varianti colore: Jet Black e Matt Storm Grey / Matt Silver Ice.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti