Tu sei qui

Nuova Tesi H2: ecco com'è fatta la moto del ritorno di Bimota

VIDEO - L'ing. Pier Luigi Marconi, il papà della Tesi, spiega la novità nata dall'accordo tra la casa di Rimini e Kawasaki. Ciclistica raffinata e motore da 240 CV

Iscriviti al nostro canale YouTube

Bimota è tornata. Ad EICMA 2019 l'ufficialità di un accordo svelato da tempo, ma anche la moto che sancisce questo ritorno di fiamma tra Bimota e Kawasaki. 

Come da tradizione Bimota, la moto è un concentrato di soluzioni ardite quanto affascinanti, con i richiami al progetto Tesi 1D, ma che qui vengono evoluti dall' Ing.Pierluigi Marconi, papà della prima Tesi, commercializzata nel 1991, oltre che di quest'ultima, la nuova Tesi H2. Una moto che vede il motore 4 cilindri Kawasaki della H2 con potenza dichiarata dallo stesso ingegnere che arriva a quota 240 CV. Non male, decisamente...

Potenza esagerata, ma componentistica raffinata come le sospensioni Ohlins e i freni Brembo altre ad un motore che è di fatto il telaio della moto, con i due forcelloni (anteriore e posteriore) infulcrati direttamente su esso.

CLICCA SULLA IMMAGINE DI COPERTINA PER L'INTERVISTA COMPLETA CON L'ING.PIERLUIGI MARCONI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti