Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso:"Quartararo? Non vedo come possa batterlo"

"Le Yamaha qui funzionano davvero bene, ma anche io sto andando meglio del previsto. Fabio nel 2020 si giocherà il titolo"

MotoGP: Dovizioso:"Quartararo? Non vedo come possa batterlo"

Il settimo posto della gara di Phillip Island non è sicuramente il risultato che Andrea Dovizioso e Ducati si sarebbero augurati alla vigilia del GP australiano. C’è da dire, però, che il Dovi, con i 9 punti conquistati la scorsa settimana ha confermato matematicamente il secondo posto nel mondiale per il terzo anno consecutivo. Anche in questo caso non bisogna certo brindare a champagne ma essere il primo dietro ad un Marquez del genere può essere considerata una vittoria. 

Al Dovi, però, il successo in gara manca dal GP d’Austria ed il fatto che questo weekend si corra in Malesia, dove Andrea ha vinto 2 degli ultimi 3 GP, fa ben sperare anche se entrambe le vittorie erano arrivate sotto la pioggia. Oggi il ducatista ha chiuso la prima giornata di prove libere in terza posizione chiuso a sandwich tra le Yamaha del team Petronas e quelle del team ufficiale. Che giornata è stata?

“Difficile - ha esordito Dovizioso - ma tutto sommato in linea con le aspettative. In realtà, durante le FP2 sono andato più veloce di quanto mi sarei aspettato. Ho fatto un bel giro e dal punto di vista del passo sono nel gruppo dei migliori, non sono il migliore ma siamo tutti allineati. A parte Quartararo, al momento non vedo come potremo batterlo”

Nel pomeriggio sei andato molto meglio, hai cambiato qualcosa sulla moto?

“Si, ho provato un assetto diverso che mi è davvero servito. Non è molto facile da gestire ma i pregi sono maggiori dei difetti”

Quali sono, a questo punto, le aspettative per la gara?

“Il passo che ho avuto questo pomeriggio con le gomme usate permetterà di giocarmi posizioni importanti in gara, cosa che con l’asciutto non è mai successa. Ho delle possibilità”

In che direzione stai andando per la scelta delle gomme?

“Lo scorso anno avevo sofferto molto con le medie e quindi devo cercare di capire qual’è la scelta migliore per la gara di domenica. Forse la morbida può darmi qualcosa ma oggi non ho avuto tempo per fare un confronto preciso”. 

Davanti a tutti c’è Fabio Quartararo che nel pomeriggio ha fatto segnare il nuovo record della pista. Ti aspettavi così tanta velocità già dal primo giorno?

“Quartararo ha fatto un gran giro - ha detto Dovi - gli faccio i complimenti perchè sta facendo una grande stagione. Il prossimo anno sarà in lotta per il titolo perchè oltre alla velocità sul giro secco ha molta sostanza e in gara è sempre lì”. 

Oltre a Quartararo, come detto, sei chiuso a panino tra le quattro moto Yamaha. Sembrano le favorite per la gara.

“La Yamaha su questa pista funziona bene e non sono sorpreso di vedere queste prestazioni. Sono molto forti a centro curva e hanno una bella frenata, tutte cose che servono su un tracciato come questo”.  

Qui a Sepang hai vinto due volte in MotoGP conquistando anche 4 podi in tutte le classi. Cosa ti piace di questo circuito?

“Dobbiamo guidare molto morbidi perchè c’è davvero poco grip, sia al posteriore che all’anteriore, non è facile ma è la cosa che preferisco di questa pista e di questo Gran Premio anche se con la Ducati non è molto semplice gestire questo aspetto”. 

Audio raccolto da Matteo Aglio

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti