Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: "A Sepang posso sfruttare al massimo le mie qualità"

Ducati è ancora in lizza per il titolo squadre ma Petrucci è reduce dall'infortunio alla caviglia: "correrò, ma fatico ad appoggiare il piede"

MotoGP: Dovizioso: "A Sepang posso sfruttare al massimo le mie qualità"

Share


Ad Andrea Dovizioso e alla Ducati serve una reazione e la pista di Sepang potrebbe essere il posto giusto per provarci. Sul circuito malese il forlivese vinse il suo primo Gran Premio in Rosso nel 2016 e riuscì a ripetersi anche nella stagione successiva. L’anno scorso, però, non andò altrettanto bene e dovette accontentarsi di un 6° posto distante dai migliori.

Bisognerà quindi rimboccarsi le maniche e cercare di sfruttare al meglio la Desmosedici. Andrea ha messo il 2° posto nel Mondiale al sicuro in Australia, ma la vittoria in quello squadre è in bilico, con Honda a un solo punto, e in quello costruttore il vantaggio sulla Yamaha per la seconda posizione è di soli 10 punti.
 
 “Il circuito di Sepang è sicuramente quello che preferisco nel Mondiale - parte carico il Dovi - Su questo tracciato ho degli ottimi ricordi e riesco a sfruttare al massimo le mie caratteristiche, ma allo stesso tempo è uno dei più esigenti del calendario. Calore e umidità sono due fattori che ci hanno particolarmente influenzato in passato, e vedremo cosa succederà quest'anno. Sulla carta penso che potremo essere competitivi in tutte le condizioni, con o senza pioggia, come abbiamo già dimostrato in passato, ma oggi in MotoGP è davvero difficile fare delle previsioni”.

Danilo Petrucci: “niente di rotto, ma fatico ad appoggiare il piede”

Diversa la situazione per Danilo Petrucci, che deve fare i conti con la brutta botta alla caviglia sinistra rimediata a Phillip Island. Gli esami non hanno evidenziato fratture, quindi la sua partecipazione al GP non è al momento a rischio, ma il dolore è tanto.

Il ternano dovrà stringere i denti e recuperare i 14 punti che lo separano da Rins e dal 3° posto nel Mondiale non sarà semplice.

Purtroppo la caduta di Phillip Island ha lasciato delle conseguenze e, anche se non ho nulla di rotto, la caviglia mi fa ancora molto male e ho difficoltà ad appoggiare il piede - rivela le sue condizioni Petrucci - Spero che il dolore diminuisca con il passare dei giorni e di poter gareggiare normalmente. In ogni caso, Sepang ci offre un'altra opportunità per accumulare punti e dobbiamo approfittarne. Abbiamo due gare per lottare per la terza posizione del Mondiale e per il titolo a squadre, che adesso sono il mio obiettivo principale ”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti