MotoGP, Morbidelli: “A Phillip Island tutte le Yamaha saranno veloci”

“Vorrei avere la competitività del Giappone qui in Australia. La pista? Anche in condizioni critiche dà sempre gusto guidare"

Share


L’esame è di quelli ad alto coefficiente di difficoltà, dal momento che Phillip Island è uno degli appuntamenti clou del calendario. Franco Morbidelli lo sa bene e di conseguenza non vuole tradire le attese.

Trapela quindi grande consapevolezza da parte del portacolori SIC Petronas.

“Al giovedì è sempre difficile fare un pronostico – ha esordito – dovremo vedere quali saranno le condizioni e capire il nostro livello. Nell’ultima gara siamo stati veloci, però qua è un’altra storia. Di sicuro Marc sarà l’uomo da battere, ma sono convinto che tutte le Yamaha saranno veloci, anche perché questo layout si addice di più alla nostra moto rispetto a quello di Motegi”.

Il meteo rischia però fi giocare la parte di protagonista.

“Oggi è una  giornata bellissima, mentre venerdì e sabato sarà l’esatto opposto. Anche in condizioni critiche Phillip Island è comunque bella, dato che il gusto di guidare su questa pista è altissimo”.

Non manca poi una battuta riguardante le difficoltà incontrate con gli pneumatici in Giappone.

“Non abbiamo indagato più di tanto, ci siamo più che altro concentrati sulla domenica, dobbiamo voltare pagina. In Giappone ho visto che in rettilineo la nostra velocità non era fantastica, però adesso pensiamo all’Australia. Da quella gara vorrei avere la stessa competitività mostrata la scorsa settimana”.

L’ultima considerazione è invece su Dalla Porta, pronto a conquistare il Mondiale nella Moto3.

“Ci sono tante emozioni, soprattutto la sera prima che puoi vincere il titolo. A Lorenzo dico di godersela tutta, sono momento intensi che vanno apprezzati, nonostante ci sia tanta tensione. Dovrà divertirsi. Penso che Dalla Porta abbia affrontato questo Mondiale in modo grandioso, rivelandosi un perfetto stratega, soprattutto nella gestione delle gare. Gli consiglio quindi di fare come ha fatto fino ad oggi”.

Audio raccolto da Matteo Aglio

Share

Articoli che potrebbero interessarti