Tu sei qui

SBK, Agostini premia i campioni del CIV: “fra di loro i futuri Ago e Rossi”

Il Presidente Copioli: “quest’anno  la Scuola Federale ha messo in sella 700 bambini”. A Milano nel quartier generale Pirelli, consegnati i premi ai Campioni Italiani di Minimoto, CIV Junior ed ELF CIV. 

SBK: Agostini premia i campioni del CIV: “fra di loro i futuri Ago e Rossi”

Dopo una stagione in giro per l’Italia con 23 categorie l’ELF CIV ha premiato sabato a Milano, nella suggestiva cornice dell’auditorium del HQ Pirelli, i suoi vincitori del 2019. 

A margine della premiazione vera e propria le parole del presidente della FMI, Giovanni Copioli, chiamato a ricordare anche il decimo anniversario del sodalizio tra CIV e Federazione. “In Federazione proviamo a lavorare al meglio – ha detto il Presidente – La passione per questo sport non ci manca e poi lo spettacolo che si vede al CIV è notevole. Ormai sono 10 anni che la Federazione è protagonista nell’organizzazione di questo Campionato che è un nostro fiore all’occhiello e che ci viene invidiato da tutto il mondo motociclistico. Ovviamente lavoriamo per fare sempre meglio, soprattutto riguardo la crescita dei giovani, a cominciare da quella Scuola Federale Velocità che quest’anno ha messo in sella oltre 700 bambini

Dopo il Presidente Copioli è intervenuto l’ospite principe del pomeriggio milanese, Giacomo Agostini che, dopo aver ricevuto una targa personalizzata, ha voluto sottolineare la fondamentale importanza dell’impegno della Federazione sulle Scuole di Velocità, rimarcando che la loro mancanza è stata, forse, la principale differenza tra il nostro motociclismo e quello spagnolo negli ultimi anni. Tra questi ragazzi ci sono i prossimi Valentino Rossi e i prossimi Giacomo Agostini. La Scuola è importantissima, una volta c’era e poi è stata abbandonata. Ora ci stiamo riprendendo ma gli anni di assenza hanno dato alla Spagna un vantaggio visto che hanno avuto e hanno ancora dei grandi campioni. L’Italia è rimasta un po’ indietro ma ci stiamo pian piano riprendendo”. 

Importanti anche le parole di Simone Folgori, responsabile del CIV che ci ha tenuto a ricordare i grandi successi del campionato. “Oggi siamo ai vertici delle classifiche mondiali con ragazzi che gli scorsi anni erano qui alle nostre premiazioni. Poi come ha ricordato il Presidente c’è la Scuola Velocità, la MiniGP che cresce insieme alla Ohvale. Stiamo allargando la base e non ci fermeremo. Cambieremo la SBK e siamo sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo per migliorare”. 

Dopo le parole dei protagonisti e l’assegnazione dei titoli delle Minimoto e del CIV Junior si sono tenute le premiazioni dell’ELF CIV che, nella categoria regina ha visto la vittoria di Michele Pirro, la terza consecutiva, la quinta nella categoria e la settima nel campionato. Michele ha dovuto lottare con Lorenzo Savadori (secondo alla fine del campionato) e ha definito questa stagione come una delle più difficili. “Non è stato facile - ha detto Pirro - ci si aspetta che io vinca sempre in scioltezza ma comunque ci sono tanti piloti forti nel CIV e Savadori ne è un esempio. Per me che ho anche un ruolo e delle gare da fare in MotoGP è importante rimanere sempre competitivo e a chi dice che potrei essere un male per questo campionato rispondo che i piloti forti aumentano il livello e aiutano i giovani a migliorare”. 

La tabella dei campioni:

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti