Tu sei qui

Rainey: "Il MotoAmerica ha preparato Gerloff al debutto in SBK"

Grande soddisfazione per Wayne dopo la conferma dell'ingaggio da parte di GRT di uno dei suoi pupilli: "Ha fatto una grande stagione, è molto veloce e farà bene nel mondiale"

MotoAmerica: Rainey: "Il MotoAmerica ha preparato Gerloff al debutto in SBK"

Wayne Rainey sta vivendo una delle più grandi soddisfazioni da quando ha dato vita e gestisce il campionato MotoAmerica. Uno dei piloti più talentuosi della griglia di partenza si è infatti conquistato un posto nel mondiale in seno al team GRT Yamaha, andando a rilevare la sella di Sandro Cortese. Una grande opportunità per Garrett Gerloff, che ha commentato oggi (leggi QUI le sue dichiarazioni) la notizia dell'ingaggio attraverso una nota di Yamaha Europa. 

Nel suo incontro con il nostro Paolo Scalera avvenuto in occasione del round iridato di Laguna Seca (guarda QUI il video), Rainey aveva spiegato il grande lavoro che sta portando avanti MotoAmerica soprattutto per trovare dei giovani piloti in grado di dare la speranza di poter tornare ai fasti dei tempi in cui nel mondiale della 500 c'era un vero monopolio da parte dei riders provenienti dagli States. Queste le parole con cui Rainey ha commentato la conferma ufficiale dell'ingaggio di Gerloff. 

"Siamo davvero felici che Garrett abbia ottenuto questa opportunità di inseguire i propri sogni - ha dichiarato Rainey -  ha disputato una grande stagione in MotoAmerica quest'anno e siamo certi che abbia colto il momento perfetto per mostrare il proprio talento al resto del mondo. E' stato veloce nel 2019, ha vinto quattro gare ed è rimasto in lotta per il campionato fino alla fine".

Secondo il tre volte campione del mondo della 500, Gerloff non avrà alcuna difficoltà ad adattarsi alle caratteristiche del mondiale SBK.

"Penso che Garrett avrà un vantaggio perché il nostro regolamento è allineato a quello del Mondiale SBK, perciò gli basterà salire in moto ed andare a correre in gara. Quando abbiamo dato il via al MotoAmerica, volavo essere certi che i nostri piloti potessero avere opportunità di arrivare nel mondiale SBK, volevano che fossero a proprio agio con le regole, sia quelle tecniche che quelle relative alle procedure di gara. Volevamo che l'unica cosa da fare per loro fosse imparare le piste".

Rainey è molto ottimista riguardo le possibilità di ben figurare da parte di Gerloff nella sua stagione di debutto sulla scena internazionale. 

"Sappiamo che Garrett può svolgere questo lavoro bene, può davvero ben figurare e tutti nel MotoAmerica gli augurano il meglio e non vedono l'ora di seguirlo nella sua prima stagione nel Mondiale SBK". 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti