Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: "Forse è successo un miracolo, ho trovato la via"

"Probabilmente è la mia migliore giornata dopo l'infortunio di Assen. Sto cercando di fare qualcosa di diverso da tutti gli altri piloti Honda"

MotoGP: Lorenzo: "Forse è successo un miracolo, ho trovato la via"

Motegi è la gara di casa per Honda, e per Jorge Lorenzo è la prima apparizione in Giappone griffato Honda. Lo spagnolo ad ogni modo non sta passando un momento felice della sua carriera, ma a dispetto della 17° posizione finale di giornata ci sono elementi positivi da trarre in viste del proseguo di fine settimana. In primis alcune modifiche sul telaio, che sembrano aver aiutato il 99.

“Ho cercato di fare qualcosa di diverso rispetto agli altri piloti Honda – spiega - dopo che con la stessa loro configurazione avevo guadagnato in alcuni aspetti e perso in altri. Oggi sono leggermente migliorato, la posizione non è fantastica non essendo riuscito a sfruttare del tutto la gomma nuova, mentre sul passo sono a circa un secondo dai migliori, quindi probabilmente è la miglior giornata dal mio ritorno in pista dopo Assen. Spero sempre di aver trovato la via per migliorare, sarebbe un miracolo (ride ndr)”.

Migliorare la moto resta il target per lo spagnolo, che individua un settore in particolare.

“Ora l’obiettivo primario è limitare le vibrazioni in frenata, che non mi rendono facile la guida e per le quali abbiamo alcune idee. In generale siamo ancora lontani ma stiamo cercando di migliorare in tutte le aree, per trovare qualcosa che ci porti davvero vicino ai migliori. Non possiamo cambiare nulla completamente, quindi possiamo solo provare e riprovare ciò che abbiamo per trovare la combinazione migliore”.

Tralasciando l’aspetto tecnico non è passato inosservato il momento di tensione avuto da Jorge durante le prove, quando è apparso piuttosto stizzito all’interno del box. "Fa parte un po’ del mio carattere, è normale quando sei in tensione. Non mi ero capito al meglio con il mio telemetrista, ma la cosa si è chiusa rapidamente e non è un problema. Il fisico? Sto leggermente meglio, ma aspetto i prossimi giorni per capire meglio”.

In conclusione Jorge pensa a domani, ed alle variabili meteo. “Mi piacerebbe avere altre sessioni asciutte, ma probabilmente saremo fortunati se riusciremo anche solo a girare domani (ride ndr)”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti