Tu sei qui

MotoGP, Iannone: "Ho sbagliato io, ma oggi le prove sono state una qualifica""

"L'Aprilia non è costante e Motegi amplifica i problemi. Fatico a controllare l'impennata e a gestire la moto ma abbiamo le giuste idee per migliorare"

MotoGP: Iannone: "Ho sbagliato io, ma oggi le prove sono state una qualifica""

Il venerdì di Motegi si presenta come l'ennesima giornata difficile della stagione di Andrea Iannone. Il pilota dell'Aprilia ha chiuso in 18° posizione in virtù del tempo fatto segnare nelle FP1. Nelle FP2, infatti, mentre tutti gli altri piloti (a parte Kallio) hanno migliorato , Iannone ha commesso degli errori e non riuscendo a far segnare un tempo soddisfacente. 

"Purtroppo non sono stato molto bravo oggi con la seconda gomma - ha detto Iannone - sono andato lungo in entrambi i tentativi di giro veloce e non sono riuscito a concludere un passaggio buono. Questi errori mi sono costati qualche posizione visto che oggi le FP2 sono sembrate una sorta di qualifica". 

Quali sono, tecnicamente, i problemi di questa Aprilia?

“Non riesco a controllare l’impannata - ha detto Iannone - la moto è difficile da gestire e non è mai costante. Ci sto lavorando insieme alla squadra ma faccio davvero molta fatica”. 

Questa tipologia di tracciato aiuta o amplifica i problemi?

“Li rende più evidenti - ha continuato - ma abbiamo le idee giuste per sistemare le cose, sembra molto difficile arrivarci”.

Le prossime piste (Phillips Island e Sepang), invece, potrebbero aiutare?

"Forse possono essere piste buone per noi perchè hanno molta scorrevolezza e non bisogna quasi mai ripartire con la moto da ferma”

Espargarò: "Ora ho un buon assetto di base"

Discorso completamente diverso, invece, dall'altra parte del box, con Aleix Espargarò in decima posizione e chiuso a sandwich tra le due Suzuki. Lo spagnolo ha ottenuto il suo miglior tempo nell'ultimo tentativo (proprio ciò che è mancato a Iannone) portandosi sotto al secondo di distacco dal migliore della classe, Fabio Quartararo. 

"Sono molto soddisfatto di questo venerdì - ha detto Aleix - Ho raggiunto la top10 ed è importante ma oltre a questo il tempo finale è stato molto veloce. Questi buoni piazzamenti sono frutto del lavoro fatto sulla moto". 

Che genere di cambiamenti avete fatto? 

"Nelle ultime gare abbiamo trovato un buon assetto di partenza e insieme al mio capotecnico Antonio abbiamo deciso di non stravolgere troppo la moto”. 

La strategia sembra pagare. Ti trovi molto meglio?

Si, sembra funzionare tutto bene - ha detto Aleix - In queste condizioni riesco a esprimere il massimo dal pacchetto tecnico e questo rimane l'obiettivo nel finale di stagione".

Audio raccolto da Matteo Aglio

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti