Tu sei qui

MotoGP, Dovi: "Una buona partenza, siamo già nel gruppo dei migliori"

"Sono più competitivo rispetto alle ultime gare ed ho margini di crescita, peccato solo per il freddo pomeridiano che ci ha impedito di lavorare" 

MotoGP: Dovi: "Una buona partenza, siamo già nel gruppo dei migliori"

Il primo giorno di prove in quel di Motegi si è concluso, e per Andrea Dovizioso è tempo di prime analisi. Il forlivese ha chiuso quarto il venerdì di Motegi, vicino alla testa del gruppo come posizione ma meno sotto il profilo del distacco, che ammonta a più sei decimi.

“Stamattina ho mantenuto le stesse gomme per tutto il turno – apre -  ed il passo era buono, ma sfortunatamente oggi pomeriggio l’aria era molto fredda e gli stessi pneumatici della mattina hanno sofferto: volevamo provare la dura al posteriore, che è stata usata l’anno scorso in gara, ma non ha funzionato proprio: non entrava nemmeno in temperatura. Così, come Marquez quando la ha provata, sono rientrato subito e siamo stati costretti a cambiare il nostro piano di lavoro ed abbiamo potuto fare poco. Ho pensato a fare il tempo ed ho ancora margine di miglioramento sull’assetto, che su questa pista deve essere particolare, viste le tante frenate a moto dritta”.

Anche in Giappone le gomme restano un tema, viste anche le difficoltà odierne nel fare comparazioni. Tutto questo potrebbe passare in secondo piano comunque in caso di pioggia, con gli splendidi ricordi della gara di due anni fa che tornano alla mente del forlivese.

“La gomma morbida lavora bene, essendo quella dell’anno scorso, ma non so se possa o meno fare la gara. Sulla carta domenica dovrebbe essere caldo e quindi resta una possibilità, ma è tutto da vedere. Veloce sul bagnato? Dipende da qual è l’aderenza e quanta acqua è presente in pista. Nel 2017 abbiamo lavorato tre giorni sul bagnato e sono partito in terza fila, quindi non è facilmente pronosticabile”.

Ad ogni modo il bilancio iniziale è positivo, ed in crescendo rispetto agli ultimi sofferti appuntamenti.

“Siamo veloci ma come spesso accade sono in tanti ad esserlo, quindi siamo nel gruppo. Le Yamaha si sono dimostrate forti: quando montano la gomma nuova riescono ad essere davvero incredibili in percorrenza, riuscendo ad essere veloci. Sono contento della mia partenza, se dovessi correre oggi non sarei messo male, ma servono delle conferme. Siamo certamente più competitivi rispetto alle ultime gare, la velocità di partenza è migliore”.

Ora non resta che pensare a domani, con il già citato pericolo pioggia in agguato. “Vedremo quali saranno le condizioni di domani, nel caso piova come dicono dovremo cercare di lavorare nel warm up, anche se spero di avere almeno una sessione vera e propria di asciutto per lavorare”

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti