Tu sei qui

MotoGP, Johann Zarco pronto a sostituire Takaaki Nakagami da Phillip Island

Il francese tornerà in gara sulla Honda di LCR dopo Motegi e terminerà la stagione alla corte di Cecchinello. Nakagami si opererà alla spalla come Marquez nel 2018

MotoGP: Johann Zarco pronto a sostituire Takaaki Nakagami da Phillip Island

La bomba è stata lanciata e riguarda Johann Zarco, uno dei piloti probabilmente più discussi di questo 2019 e non per meriti sportivi. Il francese sarebbe in procinto di tornare in sella in gara molto prima del previsto ed in particolare a Phillip Island. L’indiscrezione di motorsport.com ha avuto conferma da Moto Journal. A dare una chance a Johann sarà la Honda, che dovrà fare a meno nel team LCR del titolare Takaaki Nakagami per le ultime tre tappe del mondiale.

Non si tratta di una scelta sportiva, bensì della conseguenza della decisione del giapponese, che deve sottoporsi allo stesso intervento a cui si prestò Marc Marquez nello scorso dicembre, per rinforzare l'articolazione della spalla. I tempi di recupero necessari per rimettersi da un intervento del genere hanno convinto l'attuale compagno di squadra di Cal Crutchlow ad anticipare l'intervento per farsi trovare pronto ai nastri di partenza della stagione 2020.

Nakagami ha infatti un contratto valido per la prossima stagione, quindi al momento non è in dubbio la sua permanenza in Honda. Tuttavia appare chiaro che mettere Zarco su una Honda in questo momento della stagione potrebbe anche rappresentare una prova generale per l'ingaggio del francese in HRC. In tanti pensano che il rapporto tra Lorenzo e Honda sia del tutto deteriorato e che vivere un'altra stagione in queste condizioni sia impossibile per entrambe le parti. In caso di separazione tra le due parti, Zarco potrebbe rappresentare una scelta molto sensata per Honda nel ruolo di compagno di Marc Marquez. 

A questo accordo non si opporrebbe ovviamente la KTM, con Pit Beirer in persona che ha più volte dichiarato di essere completamente disponibile a liberare Zarco prima di fine stagione sia per un eventuale impegno in gara che per un ruolo di tester in una delle squadre concorrenti.

Da un certo punto di vista l'unica che potrebbe essere leggermente danneggiata da un ingresso a tempo pieno di Zarco nell'orbita Honda sarebbe la Yamaha, che ha mostrato enorme interesse per il francese nel ruolo di tester in sostituzione del deludente Jonas Folger, e che ha deciso di spostare per il 2020 una figura di spessore come Silvano Galbusera proprio nel test team per rafforzarlo. Perdere la chance di ingaggiare quella che probabilmente era la prima scelta di Lin Jarvis per il ruolo di tester potrebbe costituire un problema per la Casa di Iwata.

Il francese da parte sua non ha mai smesso di allenarsi ed ha sempre dichiarato di essere più che pronto ad una eventuale chiamata per tornare in pista anche in questa stagione. Crutchlow l'aveva messo in guardia riguardo le difficoltà dell'attuale Honda, una moto assolutamente non facile da portare al limite come testimonia l'opaca stagione di piloti come lo stesso Crutchlow, Lorenzo e Nakagami. Phillip Island, Sepang e Valencia. Per Zarco insomma queste tre gare potrebbero costituire un'enorme opportunità, ma anche un potenziale grandissimo problema. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti