Tu sei qui

Moto2, Marini domina a Buriram e torna alla vittoria

Seconda posizione per Binder davanti a Lecuona. Quarto Fernandez dopo una battaglia con Marquez che ora ha 40 punti di vantaggio in classifica mondiale

Moto2: Marini domina a Buriram e torna alla vittoria

Bellissima gara per la classe di mezzo sul circuito di Buriram. Alla fine a trionfare è stato Luca Marini che ha dominato la gara fin dai primi giri rendendosi protagonista di un passo gara pazzesco e tagliando il traguardo con quasi 3 secondi di vantaggio (correndo gli ultimi due giri, praticamente, in parata). 

“Tutto è cominciato ad Aragon – ha detto Marini – fare un quarto posto lì, che è uno dei miei circuiti peggiori è stato importante. Oggi ho fatto la mia strategia, ho provato a scappare e ce l’ho fatta. E’ stato difficile stare da solo tutti quei giri e con questo caldo”. 

Un vero e proprio assolo mentre dietro di lui è successo un vero e proprio inferno. Seconda posizione per Binder che ha battagliato con Lecuona fino all'ultima curva mettendo in campo un duello davvero spettacolare. “E’ stato difficile passare Lecuona – ha detto Binder – sono stato fortunato all’ultimo giro”.

Il podio è comunque un grande risultato per Lecuona, sempre più veloce e costante in sella alla KTM. “Sapevo che era possibile il podio – ha detto Lecuona  - ho lottato con Binder fino all’ultima curva, peccato non aver chiuso secondo”. 

Quarta posizione per Augusto Fernandez davanti ad Alex Marquez dopo una bella bagarre. Giornata tutto sommato positiva per il leader del mondiale che partiva con 38 punti di vantaggio su Navarro, ora i punti di vantaggio sul secondo sono addirittura di più, 40, su Fernandez. 

6° posizione per Martin davanti a Luthi, Bulega e ad uno strepitoso Chantra. Top 10 anche per Bezzecchi che ha chiuso la gara davanti a Bastianini.

LA CRONACA

Tutti i piloti partono con la gomma morbida, subito un buono start per Nagashima che prende la posizione su Marquez che però gli restituisce subito il favore alla prima curva. Marini passa subito Jorge Martin che è partito male. Quarto Gardner davanti a Fernandez. Passa Marini al secondo giro e si lancia all’inseguimento di Marquez, i due hanno qualcosa in più dal punto di vista del passo e in un giro prendono già 8 decimi di vantaggio. 

Partenza non valida per Ekki Pratama, ride through per lui e caduta per Roberts in curva 1. Nel gruppo per il podio anche Lecuona e Binder, è una lotta a 6 con Nagashima, Gardner, Martin e Fernandez.

Piccolo errore di Marquez che spalanca un varco a Marini, Luca entra senza paura, si prende la prima posizione e prova a scappare rifilando più di mezzo secondo al leader del mondiale.  Lecuona è terzo e si avvicina ad Alex Marquez che perde ancora terreno da Luca Marini, poco meno di un secondo al sesto giro. 

Cade Stefano Manzi in curva 2 mentre occupava la tredicesima posizione.  Cade Baldassarri all’ottavo giro in curva 12 mentre occupava la nona posizione. I giri passano e il distacco di Marini si amplia sempre di più mentre alla battaglia per il secondo posto si è invitato ufficialmente anche Binder, ormai un tutt’uno con Marquez e Lecuona. 

A 15 giri dal termine per trovare un italiano in classifica, a parte Marini, dobbiamo scendere fino alla decima posizione occupata da Bulega, poi Bastianini 13°, Bezzecchi 15°.  Cade Vierge in curva 5.

Binder e Lecuona non riescono a sferrare nessun attacco su Marquez e questo favorisce la risalita di Fernandez e Martin che si avvicinano. Al 14° giro Lecuona passa Marquez all’ultima curva ma il leader del mondiale è attendo, incrocia e lo ripassa sul rettilineo, ancora un nulla di fatto.  Si ritira Pasini. 

Finalmente si concretizza il sorpasso, Lecuona è secondo e ora Marquez si deve difendere dagli attacchi di Binder e Fernandez. 

Passa subito Binder, uno-due devastante di KTM sul leader del mondiale che prova a farsi vedere ma deve stare attento a Fernandez che, vista la brutta gara di Navarro (16° a 8 giri dal termine), è il suo primo antagonista per il mondiale.  A 4 giri dal termine impazza la battaglia tra Marquez e Fernandez che continuano a sorpassarsi a vicenda, perdendo terreno da Lecuona e Binder che a loro volta iniziano la bagarre per il secondo posto. 

Ultimo giro pazzesco tra Lecuona e Binder con il sudafricano che passa il compagno di Casa nell'ultimo settore. Lecuona prova a restituirgli il favore all'ultima curva ma rischia l'highside. Chiudono secondo e terzo davanti a Fernandez e Marquez. Grande vittoria in solitaria per Marini. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti