Tu sei qui

MotoGP, FP2 Buriram, Quartararo guida la carica delle Yamaha

Le M1 conquistano la prima fila virtuale al termine della prima giornata, con Vinales e Morbidelli a seguire ili francese. Miller 4° su Rossi. Ottimo Marquez, dolorante ma 6°

MotoGP: FP2 Buriram, Quartararo guida la carica delle Yamaha

Share


Nella seconda sessione di prove libere a Buriram la Yamaha ha dimostrato di gradire particolarmente il tracciato thailandese. Fabio Quartararo ha messo tutti in riga, piazzando una zampata nel finale di sessione e agguantando migliore prestazione di giornata davanti alle M1 di Maverick Vinales e del suo compagno Franco Morbidelli.

I passi in avanti compiuti dalla moto di Iwata sembrano ormai incontestabili e sono confermati oggi dalla buona quinta prestazione cronometrica conquistata da Valentino Rossi, battuto da Jack Miller. L'australiano ha negato il Poker alla Casa di Iwata, ma questo non scalfisce minimamente la sensazione di aver su questa pista una Yamaha in forma semplicemente smagliante. 

Da sottolineare anche l'ottima sessione disputata da Marc Marquez, che dopo il brutto spavento di questa mattina è riuscito a migliorare la propria prestazione cronometrica, chiudendo la sessione al sesto posto e precedendo un'altra sorpresa positiva della giornata. Alle sue spalle in classifica c'è infatti un superlativo Aleix Espargarò, che ha portato di nuovo la RS-GP nelle zone nobili della classifica. Una boccata d'aria assolutamente salutare, utile a rinnovare l'entusiasmo di un pilota che confida moltissimo nei cambiamenti che sta effettuando Aprilia per il futuro e che probabilmente stanno portando i primi e concreti risultati. 

Dovizioso chiude la prima giornata in ottava posizione, alle spalle del pilota di Noale, ma almeno ha scongiurato qualsiasi rischio di dover passare attraverso la Q1, visto il forte rischio pioggia che sembra poter colpire le qualifiche di domani. Rischio scongiurato anche dalla coppia Suzuki, con Mir a precedere Rins ai margini della Top Ten odierna. 

Fuori al momento dai migliori Petrucci e Bagnaia, entrambi per meno di un decimo oltre la decima posizione e momentaneamente condannati ad affrontare la Q1 domani. Destino condiviso da Jorge Lorenzo, che però oggi ha accusato un pesantissimo gap di 1,5 secondi rispetto ai riferimento di Quartararo. Lo spagnolo, oggi 20°, continua a soffrire e sembra per ora ancora lontano il momento in cui potrà tornare a lottare al top. Da segnalare anche il balzo in avanti di Iannone, che ha chiuso il venerdì in 16a posizione. Non è un risultato esaltante se si guarda solo alla posizione in classifica, ma il pilota Aprilia ha migliorato di quasi 1,5 secondi il proprio riferimento della mattina ed ha ottime possibilità di fare ulteriori passi in avanti domani.

Questa la classifica combinata della FP2 MotoGP a Buriram:

CLASSIFICA COMBINATA BURIRAM MOTOGP

Share

Articoli che potrebbero interessarti