Vespa: scooter cinese Ves non è un plagio

La Corte di giustizia Europea respinge il ricorso contro Zhonzheng Industry: "differenze numerose e significative”, Piaggio: "La battaglia non è finita"

Share


Un disputa infinita. Il Tribunale UE ha stabilito, a distanza di 5 anni dal primo ricorso presentato da Piaggio nei confronti dei cinesi di Zhonzheng Industry, che avevano registrato nell’Ue lo scooter il Ves, simile alla Vespa, la legittimità della decisione dell’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale. Per i giudici “ lo scooter della Zhejiang e la Vespa LX suscitano impressioni generali diverse” e che “il primo possiede caratteristiche individuali rispetto al secondo”.
In soldoni secondo il Tribunale Europeo mentre il veicolo cinese  si caratterizza da "linee sostanzialmente spigolose”, quello di Pontedera “privilegia linee arrotondate”. Le differenze che li separano sono “numerose e significative”, pertanto, concludono i giudici di Lussemburgo, non “sfuggiranno all’attenzione di un utilizzatore informato”.

Una sentenza che lascia quantomeno perplessi. Basta infatti guardare una semplice foto per notare come il prodotto Zhejiang sia sostanzialmente identico alle Vespa del passato. Ma tant'è, il tribunale UE ha escluso la violazione dei diritti d'autore della Piaggio.

Ricordiamo che nel 2017 il Tribunale di Torino ha dichiarato la piena validità del marchio tridimensionale dello scooter Vespa, un titolo che rappresenta un fondamentale elemento di difesa delle linee di Vespa, ed è il più completo strumento a tutela delle forme e del design del famoso scooter italiano.

Non si è fatta attendere la presa di posizione da parte del Gruppo Piaggio: "Ci siamo già visti riconoscere dal Tribunale di Torino e successivamente confermato dalla Corte d’Appello di Torino, il diritto di esclusiva costituito dal cosiddetto “marchio tridimensionale” registrato da Piaggio, che protegge la forma distintiva di Vespa. Un titolo che rappresenta un fondamentale elemento di difesa delle linee uniche e caratterizzanti di Vespa, ed è il più completo strumento di tutela dell’iconica forma di questo prodotto globale".
Il Gruppo Piaggio si riserva comunque il diritto di impugnare la sentenza del tribunale dell’Unione Europea secondo i termini di legge. La battaglia non è quindi finita".

Share

Articoli che potrebbero interessarti