Tu sei qui

MotoGP, Pol Espargarò 60 ore dopo l'operazione è già pronto a suonarle a tutti

VIDEO - lo spagnolo vittima di un violento high side ad Aragon che gli è costato la frattura del polso sinistro si è già esibito al piano, e non se la cava male

MotoGP: Pol Espargarò 60 ore dopo l'operazione è già pronto a suonarle a tutti

Share


Che Johann Zarco fosse un provetto pianista, era cosa ben nota. Ma forse sono molti in meno a sapere che anche il suo ormai ex compagno di team Pol Espargarò non se la cava affatto male alla tastiera dello strumento. Dopo l'incidente di Aragon, che l'ha visto vittima di una paurosa caduta con conseguente frattura del polso sinistro, non era dunque solo la carriera da pilota a rischiare uno stop, ma anche quella da aspirante pianista.

 

Per fortuna nessuna delle due carriere è a rischio e Pol ha pubblicato un video in cui si destreggia molto bene con i tasti del pianoforte, in attesa di rivederlo presto in sella a suonare un altro strumento che ha dimostrato di sapere spremere a dovere, ovvero la sua KTM RC16. Pol salterà plausibilmente il round della Thailandia, anche se in realtà non è stata ancora fatta nessuna comunicazione ufficiale in merito e questa potenziale defezione ovviamente mette in grave difficoltà KTM, che proprio alla vigilia di Aragon aveva dato il benservito a Zarco, rinunciando ad avvalersi dei suoi servigi fino a fine stagione.

Non sarebbe un problema correre con un solo pilota nel round di Buriram, perché da regolamento MotoGP è consentito ad una squadra regolarmente iscritta con due piloti di schierarne solo uno, ma solo per una gara. Se l'assenza di Espargarò dovesse protrarsi, la situazione diventerebbe estremamente più complessa per KTM, costretta a cercare un pilota per affrontare l'impegnativo trittico che inizierà con la tappa di Motegi. 

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti