Tu sei qui

Moto3, FP1: Suzuki ci prende gusto, è primo anche ad Aragon

Secondo tempo per McPhee davanti a Masia e Migno. Indietro i pretendenti per il mondiale con Canet 8° e Dalla Porta 13°. Frattura del mignolo per Vietti, ci sarà in FP2

Moto3: FP1: Suzuki ci prende gusto, è primo anche ad Aragon

E' iniziato con la prima sessione di prove libere della Moto3 il weekend del motomondiale ad Aragon. La classe minore vive settimane cruciali per la lotta al mondiale con Lorenzo Dalla Porta in testa alla classifica a +22 da Aron Canet e +30 da Tony Arbolino.

La gara di Aragon arriva immediatamente dopo il fine settimana di Misano, dove a trionfare era stato Tatsuki Suzuki protagonista della sua prima vittoria nel motomondiale. Proprio Suzuki, questa mattina, è stato il più veloce del gruppo anche sul circuito di Aragon con il tempo di 1.58.987, firmato nell'ultimo giro lanciato di un FP1 che è somigliata molto ad una qualifica negli ultimi minuti. Causa di questo sono le condizioni meteo incerte e, quindi, ogni tempo può contare per l'accesso diretto nel Q2. 

Seconda piazza per McPhee, proprio come sul podio di Misano. Dietro di lui, invece di Arbolino, si è classificato Masia (4° in romagna) davanti al compagno di squadra Migno. I due piloti del team di Fiorenzo Caponera hanno risolto la loro situazione per il prossimo anno (il team verrà smantellato) con lo spagnolo che correrà per Leopard e il pilota italiano che ritornerà con lo Sky Racing Team sostituendo Foggia (che sarà proprio il compagno di Masia in Leopard). 

5° tempo per Salac davanti a Rodrigo e Ramirez, tutti vicinissimi e a poco meno di 8 decimi di distacco da Suzuki. Ottava posizione per Canet che per una parte delle qualifiche è stato letteralmente incollato a Dalla Porta ed ha girato insieme a lui. Hanno chiuso la top10 Sassari e Kornfeil. 

13° Lorenzo Dalla Porta che, come detto ha dovuto subire il pressing di Canet per parte della sessione, a parte questo, il leader del mondiale dovrà rischiare il meno possibile e tentare un weekend "pulito" e costante, cercando di portare avanti il suo lavoro, qualificandosi in una buona posizione per provare a non perdere punti in gara. 

15° tempo per Arbolino che si è classificato davanti a Dennis Foggia, entrambi a più di 1 secondo da Suzuki. 25° posizione in classifica per Davide Pizzoli, sostituto di Nicolò Antonelli che a Misano aveva rimediato una frattura al polso. 

Penultimo Celestino Vietti che ha visto terminare le sue FP1 prematuramente in curva 2 a causa di un brutto high-side. Celestino è uscito dalla pista sulle sue gambe ma zoppicando. Per lui frattura del 5° metatarso del piede sinistro, il mignolo. Sarà regolarmente in pista per le FP2. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti