Tu sei qui

Moto2, Boscoscuro nella GPoneCar: "Quartararo? Nessuno ci credeva, tranne me"

VIDEO - Il manager del Team SpeedUp in Moto2 è salito sulla nostra GPOne Car, raccontando della grande sfida di costruire una moto da zero e del suo intuito di vero talent scout

Iscriviti al nostro canale YouTube

Luca Boscoscuro è l'ospite della nostra GPone Car alla vigilia del Gran Premio di Aragon. Il manager del Team SpeedUp in Moto2 ha dimostrato nelle ultime stagioni di avere grandi attitudini da talent scout essendo l'unico che ha scelto di puntare sul francese Fabio Quartararo nel 2017, ingaggiandolo per la stagione Moto2 successiva e aprendogli di fatto le porte per la MotoGP e per la stagione incredibile che sta vivendo in sella alla Yamaha del Team Petronas.

Boscoscuro non ha però solo il merito di essere un vero scopritore di talenti, essendo anche a capo del progetto SpeedUp. Una sfida che l'ha portato a schierare non solo una squadra in Moto2, bensì a costruire una moto così competitiva da sfidare ad armi pari per anni tutti i rivali in pista, compresa la KTM che dall'anno prossimo non sarà più della partita nella classe di mezzo del motomondiale.

In questa intervista abbiamo parlato con Boscoscuro del presente e del futuro del team, reso luminoso dalle splendide prestazioni di Navarro e Di Giannantonio. C'è ancora l'amaro sapore per la vittoria sfiorata a Misano e negata (leggi QUI l'esito del ricorso) da una manovra al limite di Fernandez, che però è stato assolto dai commissari di pista. Il manager ha spiegato quale sia il segreto del successo della sua squadra, in grado di creare realmente l'ambiente perfetto perché un pilota riesca ad esprimere il proprio talento. Una impresa riuscita con tutti i piloti che si sono avvicendati in sella alla moto italiana.

Gustatevi il video, con tante chicche da scoprire, tra cui un retroscena che riguarda Johann Zarco ed un incontro a Phillip Island che ha fatto comprendere tanto del pilota francese a Boscoscuro. 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti