Tu sei qui

Lorenzo: “Ho la testa troppo dura per lasciare la MotoGP”

“La vita è come andare sulle montagne russe, se stai fermo e non fai nulla rischi di marcire. Il ritiro non mi passa per la mente”  

MotoGP: Lorenzo: “Ho la testa troppo dura per lasciare la MotoGP”

Jorge Lorenzo e la Honda, un matrimonio che ancora fatica a decollare, ma a cui lo spagnolo non ha la minima intenzione di darci un taglio, anche perché “Nel paddock non c’è uno con la testa più dura della mia”. Così dice l’alfiere HRC in occasione di una intervista esclusiva concessa alla testata spagnola marca.com

La moto giapponese sta infatti mettendo a dura prova il cinque volte, ancora di più dopo l’ultimo infortunio rimediato nelle libere ad Assen. Un fuoriprogramma che è costato allo spagnolo uno stop lungo due mesi, tanto che non sono mancati dubbi riguardo la permanenza nel paddock per la prossima stagione. Sulla questione Lorenzo precisa: “Come ho detto ho la testa dura e proprio per questo motivo non mi entra nella mente l’idea di lasciare questo team”. Il 99 ricorda poi quello che è stato il suo passato, dove più volte la strada si è rivelata in salita: “La vita è come una montagna russa, ci sono le salite, a cui seguono le discese. Con le Derbi ho dovuto aspettare un anno e mezzo prima di vincere, mio padre più volte mi disse che era inutile continuare, invece alla fine sono riuscito a centrare il successo in Brasile. Le cose non sono state facili nemmeno nella 250, così come nell’ultima avventura in Ducati, ma io non ho mai voluto mollare”.

Jorge è senza dubbio un osso duro e per abbatterlo ci vuole ben altro: “Quando le cose vanno male devi sempre trovare una soluzione per rialzarti, perché se non fai nulla marcisci – ha dichiarato – è vero che dopo la caduta di Assen mi sono interrogato sul fatto di continuare o meno, ma alla fine ho capito che dovevo proseguire con questa esperienza in Honda, senza arrendermi e continuando a impegnarmi per trovare quella competitività necessaria. Proprio per questo motivo il ritiro non mi passa per la testa”.

Insomma, nonostante i tanti rumors, il 2020 di Jorge sembra scritto. Nel box HRC dovrà fare nuovamente i conti con Marc Marquez, a cui non risparmia una battuta: “Marc sta facendo un lavoro importante con la moto, magari mi aspettavo un aiuto da parte sua in pista, ma a parte ciò è una persona che rispetto”  

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti