MotoGP, Ezpeleta: "22 Gran Premi nel 2022 e gare spagnole a rotazione"

Portimao bussa alla porta del motomondiale: "non potremo avere 5 appuntamenti nella penisola iberica. Se a qualcuno non starà bene sarà ancora più facile"

Share


La MotoGp punta a pareggiare con la Formula 1: l’obiettivo è arrivare a 22 Gran Premi all’anno nel 2022, numero che le quattro ruote raggiungerà nella prossima stagione. Lo ha dichiarato il Ceo di Dorna Carmelo Ezpeleta alla testata spagnola AS.

La novità per il 2020 sarà il GP di Finlandia, ma ci sono altre nazioni che bussano alla porta del motomondiale. Per prima il Portogallo, tanto che Portimao è stata indicata come pista ‘di riserva’ già per la prossima stagione.

Non potremo avere cinque gare nella penisola iberica, l’idea migliore è quella di una rotazione fra gli appuntamenti spagnoli” ha affermato Ezpeleta.

Quattro gare in Spagna sono tante, ma è anche vero che a Barcellona, Jerez e Valencia, e in misura minora ad Aragon, gli spalti sono sempre pieni. Un campionato che però vuole guardare al mondo non può permettersi di focalizzarsi troppo su una sola nazione.

La soluzione è quindi introdurre un sistema di rotazione, con il risultato che verrà esclusa ogni anno una delle tappe spagnole.

Inizierò a parlarne con i vari circuiti, inizierò con Aragon perché la prossima settimana sarò lì per il Gran Premio - ha spiegato il boss di Dorna - Se a qualche pista questo sistema non piacerà, ci renderà le cose più facili”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti