Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Peccato per le qualifiche, ma posso puntare alla top ten"

"Nel giro ho fatto una curva con una marcia diversa e ho perso due decimi, le Ducati faticano su questa pista". Miller: "Soffro nelle curve veloci, domani sarà dura"

MotoGP: Bagnaia: "Peccato per le qualifiche, ma posso puntare alla top ten"

Tre millesimi sono un battito di ciglia, ma tanto è bastato a Pecco Bagnaia per non entrare in Q2 dopo un’arrembante Q1. Il piemontese ad ogni modo non si scompone, e cerca di vedere il lato positivo di una giornata comunque soddisfacente.

“Non c’è da essere arrabbiato dato che 3 millesimi sono nulla, è andata così. Potevo fare di più ma è inutile rimuginare, l’importante è che stiamo lavorando bene ed il passo è buono. Ho due Ducati ufficiali dietro e sono vicino a Pirro, si può fare di più ma per ora va bene così”.

Riguardo a quel famoso giro Pecco racconta come sono andate le cose, e rivela un piccolo errore.

“Ho provato a fare una curva del terzo settore con una marcia diversa, ma la minore aderenza del tracciato nel pomeriggio ha portato la moto a scivolare ed ho perso due decimi. Ad ogni modo va bene così, non si può essere contenti di un 13esimo posto ma sono in mezzo alle Ducati ed è positivo”.

A proposito di Ducati le cose non stanno andando benissimo, ed il 63 spiega la sua versione dei fatti.

“Tutti i piloti Ducati continuano ad avere problemi di trazione compreso io, la mia confidenza è migliorata ma l’aderenza dietro non credo arrivi nel resto del weekend. Su questa pista le altre moto fanno meno fatica specie nel guidato, ad esempio Yamaha che nel primo settore fa la differenza”.

Ora è tempo di pensare alla gara, per la quale il piemontese è pronto e fiducioso: “Sono più contento rispetto ai test, dove ci era mancato il passo che ora abbiamo. Posso puntare alla top ten, credo userò le gomme medie per la gara come molti altri”.

Più contrariato Jack Miller, 17° al termine delle qualifiche in terra romangnola: "Ho sofferto in sella, di più rispetto ai test. Dopo le FP4 avevo buone sensazioni ma la poca aderenza del tracciato mi ha messo in difficoltà durante le qualifiche. Sto lavorando ma non so se riuscirò a trovare una soluzione per la gara. Soffro tanto nel terzo settore, soprattutto nelle curve veloci, la gara sarà lunga e vedremo se riuscirò a risalire"

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti