Tu sei qui

MotoGP, Zarco: "Ora devo solo capire cosa voglio fare"

Il pilota KTM si prepara alla gara di Misano: "I test fatti qui sono stati importanti, mi sono concentrato sulle gomme per la gara". Espargarò scherza:"Voglio Marquez in KTM nel 2020"

MotoGP: Zarco: "Ora devo solo capire cosa voglio fare"

"Test importanti, anche se ho fatto solo un giorno"

Settimana dopo settimana sta per volgere al termine (anche se mancano due mesi abbondanti) l'avventura di Zarco con KTM. Il matrimonio franco-austriaco, si sa, non è andato a buon fine vuoi per colpa di uno Zarco sicuramente poco incline all'adattamento e memore degli ottimi risultati con la M1 Tech3, vuoi per colpa della KTM ancora poco pronta per stare con i big. Il divorzio c'è stato ed è stato abbastanza netto tanto che, parole di Zarco, "Ho fatto un solo giorno di test perché KTM doveva provare le novità per la moto 2020 con Pedrosa", con lo spagnolo che è stato il più veloce delle moto austriache. 

Le incognite per il futuro sono tante e Zarco dovrà reinventarsi visto che le selle in MotoGP sono, a meno di incredibili colpi di scena, tutte piene. "Sono tranquillo sul mio futuro perché ho delle persone intorno a me che mi consigliano, al momento non c’è nulla di veramente vicino. Devo capire cosa mi piacerebbe fare. Sto lavorando su molti fronti". 

Testa al presente, però, visto che c'è una stagione da onorare e su questo sembra che Zarco non si sia ancora arreso. Dopo alcuni guai fisici il francese si è detto pronto a tornare in sella per cercare di migliorare la sua posizione in classifica e per dimostrare di saperci ancora fare.

"Fisicamente sto bene, non ho nessun tipo di problema al momento. Due settimane di pausa sono state importanti per riprendere fiato". 

Due settimane  che sono state condite dai test che la MotoGP ha tenuto proprio sul circuito di Misano. Una sorta di prova libera 1 anticipata dove tutti i piloti hanno potuto prendere confidenza con il tracciato e fare passi in avanti con lo sviluppo. Per Zarco, come detto, solo un giorno in pista. 

"I test sono stati importanti visto che questo è un tracciato molto difficile e diverso rispetto a Silverstone e al Red Bull Ring. Durante i test ho capito che devo fare cose semplici per avere buone performance. Quelle dei test sono state le mie giornate migliori dall’inizio della stagione, sia per quanto riguarda i tempi che la posizione in classifica, erano solo dei test ma vedermi in top10 non è stato male". 

Quali sono state le sensazioni sulla moto?

"In realtà non sono state pazzesche - ha detto Zarco - ma ho approcciato la moto con una nuova filosofia per cercare di andare forte, non devo stare troppo a pensare e anche se non mi sento a mio agio devo provare a fare del mio meglio. Non ho provato le gomme nuove durante i test, sicuramente sarebbero state ottime gomme da qualifica ma non da gara. Era importante provare le gomme in vista di questo weekend per avere tutti i dati ed arrivare qui a Misano preparati". 

"Il mio nuovo compagno? Marquez!"

Dall'altra parte del box KTM, invece, si respira tutta un'altra aria. Pol Espargarò è 11° in classifica mondiale, ad un solo punto da Franco Morbidelli e con il triplo dei punti rispetto al suo compagno. Compagno che il prossimo anno cambierà ed è proprio questa la grande domanda del paddock in queste settimane. Chi affiancherà Pol Espargarò in KTM il prossimo anno?

"Io sinceramente non lo so, non voglio entrare in questi discorsi. E' un problema importante perché ci sono pochi piloti liberi e il mercato ha già fatto il suo corso. Staremo a vedere". 

Chi vorresti vedere in KTM il prossimo anno? 

"Marc Marquez" - ha detto ridendo. 

Audio raccolto da Riccardo Guglielmetti

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti