Tu sei qui

MotoGP, Petrucci: "Il nuovo asfalto ha svantaggiato noi più degli altri"

"La gomma sperimentale portata da Michelin ai test mi ha aiutato a capire delle cose. Per tornare veloce devo ricominciare a pensare solo a correre"

MotoGP: Petrucci: "Il nuovo asfalto ha svantaggiato noi più degli altri"

La missione è semplice per Danilo Petrucci, ossia ritrovare la retta via. Il ternano infatti ha già mostrato di essere veloce, ma negli ultimi appuntamenti sembra aver smarrito la retta via, con la terza piazza in campionato persa a favore di Alex Rins e qualche critica ricevuta nell’ultimo periodo.

“Fino a quando ho soltanto pensato a correre i risultati sono arrivati – racconta Danilo - compresi i tre podi di fila, ma quando ho capito di essere terzo in campionato con margine sono iniziati i problemi, quindi da Silverstone ho cercato di ricominciare a pensare soltanto a correre”.

L’asso nella manica per il 9 potrebbero essere i test svolti sul tracciato romagnolo, durante i quali Danilo pare aver risolto alcuni problemi.

“I test sono stati complicati a causa dell’asfalto: l’aderenza era bassa e la cosa ha svantaggiato me ed Andrea più di altri, certamente dovremo fare i conti con tutto questo anche durante il weekend. In entrambe le giornate ho lavorato su alcune lacune ed alla fine ho notato importanti miglioramenti – ammette - più sul passo che sul singolo giro. In questo processo mi ha aiutato la gomme test che ha portato in quella occasione Michelin, che purtroppo per la gara non avremo”.

In ogni caso Petrucci è cosciente di non essere ancora del tutto a posto in sella, ma resta positivo in vista del weekend.

“Quando l’aderenza è tanta la moto è davvero ottima, ma quando questa diminuisce comincio ad avere dei problemi. Anche qui c’è in ballo una questione mentale – spiega - dato che quando non cerco il tempo questo arriva e viceversa. Una cosa positiva è che il clima è un po’ più fresco rispetto ai test, e questo potrebbe aiutarci”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti