Tu sei qui

"Wall of fame, le radici della Riders' Land": il MotoClub Pasolini si racconta

Una mostra aperta dal 7 al 15 settembre a Rimini ripercorrerà le gesta del leggendario "Paso" e di tutti i campioni riminesi di oggi e di ieri 

News: "Wall of fame, le radici della Riders' Land": il MotoClub Pasolini si racconta

Share


Il weekend di Misano non è ancora ufficialmente iniziato in pista, ma gli eventi di contorno sono già partiti ed alcuni sono vere chicche per gli appassionati delle due ruote. Un esempio lo si può trovare a Rimini, nella suggestiva location di Castel Sismondo, ed è la mostra denominata “Wall of fame, le radici della Riders’ Land”.

Ad organizzare l’evento il comune di Rimini ed il MotoClub “Renzo Pasolini”, che ha voluto essenzialmente raccontare la sua storia tramite i cimeli (moto, caschi, tute, trofei ecc.) dei campioni appartenuti (o appartenenti tuttora) al MotoClub riminese che hanno lasciato un segno nella storia di questo sport, oltre ovviamente a quella dell’indimenticabile Renzo Pasolini.  

Un vero e proprio percorso Racing, che parte da piloti del passato come Pier Paolo Bianchi ed arriva al presente e dunque ai giovani come Niccolò Antonelli e Marco Bezzecchi, passando per campioni come Manuel Poggiali e Marco Simoncelli. Il tutto accompagnato da interviste e reperti video, per raccontare al meglio la vita e la carriera di questi atleti.

Aperta al pubblico dal 7 al 15 settembre, la mostra non sarà l’unico evento legato al MotoClub dedicato al grande “Paso”, dato che dai cimeli e dai video si passerà alle testimonianze live venerdì 13. Il palcoscenico sarà l’arena Francesca da Rimini, antistante a Castel Sismondo, che ospiterà tanti piloti ed addetti ai lavori del presente e del passato, che racconteranno tramite il loro vissuto il mondo della Riders’ Land e del MotoClub.

In questo turbinio di eventi c’è spazio anche per ricordare chi ha dato il suo contributo al mondo delle moto tramite il suo genio, come Massimo Tamburini. In onore del tecnico e designer (riminese DOC) scomparso nel 2014 infatti verrà scoperto un busto giovedì 12 (ore 21), alla presenza di tanti addetti ai lavori che tracceranno il profilo del loro illustre concittadino.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti