Tu sei qui

SBK, Haslam: "Continuerò con la Kawasaki nel 2020, ma non so dove"

"Al momento le alternative sono la squadra ufficiale e Puccetti. La gara? Purtroppo con questa moto non riesco a superare"

SBK: Haslam: "Continuerò con la Kawasaki nel 2020, ma non so dove"

Leon Haslam sognava di arrivare sul podio in Gara 2 a Portimao, invece si è dovuto accontentare del quinto posto alle spalle di Alex Lowes. Entrambi i piloti sono al centro del mercato SBK, anche se l’alfiere Kawasaki sembra avere le idee un po’ più chiare riguardo il suo futuro.

“Continuerò con la Kawasaki e sono felice di proseguire con loro – ha esordito Leon – il fatto è che non so con quale team. Come ben sapete ci sono tre squadre che corrono con la ZX-10RR. Una è quella ufficiale poi c’è Puccetti e Pedercini”.

Le alternative sembrano due.

Le opzioni sono KRT o Puccetti. Conosco bene Manuel, così come il sostegno che offre al suo team la Kawasaki e per me sarebbe una ottima scelta per il futuro. Allo stesso tempo è anche vero che mi trovo bene con la squadra ufficiale, dato che con tutto il gruppo c’è un ottimo rapporto”.

Leon fissa poi una deadline.

Se dovrò cambiare o meno la mia vita vorrei saperlo entro massimo un mese e non andare più in là con le tempistiche. Il prossimo anno credo che ci saranno alcune novità. In Ten Kate non c’è posto, tantomeno in Ducati e Honda”.

L’attenzione si sposta poi sulla gara, che ha lasciato un retrogusto amaro al britannico.

“Purtroppo faticavo molto in staccata. A parte ciò posso dire che abbiamo compiuto un passo avanti rispetto alla gara di sabato, ma non è bastato per salire sul podio. Il fatto è che faticavo con l’anteriore, soprattutto in frenata. Bautista ad esempio riusciva ad essere più forte di me”.

C’è un aspetto che lascia alcuni interrogativi ad Haslam.

“La cosa più complicata con la Kawasaki è superare, dato che non riesco. Dispiace molto, dal momento che oggi avevo il passo per stare con i migliori”

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti