Tu sei qui

MotoGP, Yamaha scopre le carte e copre la ruota

Nei test di Misano Valentino Rossi ha provato un'inedita copertura sulla ruota anteriore della sua M1

MotoGP: Yamaha scopre le carte e copre la ruota

I test di Misano stanno riservando molte novità agli occhi più attenti, anche per quanto riguarda l'aerodinamica delle nuove moto. Ducati sta provando una carenatura con un'inedio profilo inferiore sulla moto di Pirro, ma anche in Yamaha qualcosa bolle in pentola.

La Casa di Iwata si sta muovendo su più fronti (forcellone in carbonio e nuovo scarico sono due delle novità per questi test) e oggi ha montato sulla M1 di Valentino Rossi una nuova copertura. Il profilo della ruota è infatti nascosto da una struttura in carbonio dalle forme elaborate. Nella parte anteriore si notano quattro aperture che portano aria fresca sui dischi, mentre nel posteriore c'è una presa d'aria dinamica che serve a raffreddare la pinza dei freni.

Difficile però che gli ingegneri giapponesi si siano complicati così tanto la vita solo per raffreddare l'impianto frenante, semmai sembra si sia cercato di trovare una soluzione per mantenere bassa la temperatura di dischi e pinze usando un particolare che potrebbe portare a dei vantaggi aerodinamici.

Anche Ducati in questa stagione ha introdotto delle coperture sulla ruota anteriore, ma in quel caso la loro funzione era pulire e incanalare il flusso d'aria che arriva all'ormai famoso 'cucchiaio', un'appendice che per ora la Yamaha non usa.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti