Tu sei qui

SBK, Kawasaki: spunta l’ipotesi Alex Lowes per il 2020

Il pilota britannico finisce nel mirino della squadra ufficiale per il prossimo anno e fa gola anche a Puccetti dopo il passaggio di Laverty in BMW

SBK: Kawasaki: spunta l’ipotesi Alex Lowes per il 2020

La seconda parte di stagione deve ancora iniziare, ma il mercato è già entrato nel vivo. Il passaggio di Alvaro Bautista in Honda (ancora in attesa di ufficialità) e quello di Eugene Laverty in BMW hanno mosso le prime trattative in vista della tappa di Portimao che si preannuncia da subito incandescente, non solo in pista, ma anche fuori.

Già, perché il puzzle della Superbike deve ancora comporsi e di conseguenza ci sono diversi tasselli da incastrare. È il caso di Toprak Razgatlioglu, il cui addio alla Kawasaki dopo i fatti di Suzuka è praticamente certo. Il pilota turco affronterà la ultime quattro gare con la ZX-10RR di Puccetti per poi salire in sella alla Yamaha R1, affiancando il già confermato Michael van der Mark.

Chi saluta è invece Alex Lowes, attualmente terzo nella classifica iridata del Mondiale davanti al proprio compagno e protagonista nei test di Portimao con il migliore tempo alla domenica. Al momento il pilota britannico non ha una sella e il rischio è quello di ritrovarsi appiedato, proprio come accadde un anno fa allo spagnolo Xavi Forés.

Eppure il suo destino non sembra essere segnato prima del tempo. Già, perché Alex ha catturato i riflettori della Kawasaki per il 2020. Il suo profilo è di quelli che piace infatti alla squadra ufficiale, che potrebbe valutare il numero 22 quale sostituto ideale nel caso in cui Leon Haslam non venisse confermato. Se così fosse, il britannico si troverebbe a condividere il box nel 2020 insieme ad un certo Johnny Rea, vedendo così la proprio asticella alzarsi. Di sicuro sono giorni caldi per il suo manager Neil Hodgson, il quale è impegnato ad ascoltare le varie proposte nel paddock.

Un interesse per Lowes c’è anche da parte di Manuel Puccetti, il quale aveva sondato nei mesi scorsi la pista Laverty, prima che quest’ultimo decidesse di accasarsi alla BMW con la squadra di Shaun Muir. Nella prima parte di stagione la ZX-10RR di Puccetti ha mostrato con Razgatlioglu il proprio potenziale e di conseguenza è una moto particolarmente appetibile, anche se per Alex si tratterebbe di passare da un team ufficiale come Yamaha a uno indipendenti. È anche vero che coi tempi che corrono meglio non avere troppe pretese per poi ritrovarsi a fare da spettatori. Lowes a parte, Puccetti tiene però aperte altre porte, come quella di Leon Haslam, nel caso in cui non venisse confermato da KRT, ma anche Leon Camier, il cui futuro con Honda è al momento un grosso punto interrogativo.       

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti