Tu sei qui

SBK, Test Portimao: Lowes avvisa Yamaha, Bautista out per infortunio

Alex, scaricato dalla casa di Iwata, è il più veloce della due giorni di test, Alvaro ai box nel pomeriggio per il dolore alla spalla. Rea 2°, Ducati in difficoltà

SBK: Test Portimao: Lowes avvisa Yamaha, Bautista out per infortunio

Anche il secondo ed ultimo giorno di test a Portimao si è chiuso per la Superbike, e gli spunti interessanti in vista del round portoghese (in programma tra due settimane) certamente non mancano. I valori in campo sembrano in parte mutati infatti, e prevedere il vincitore della prossima manche sembra meno facile del previsto.

A chiudere il secondo giorno davanti a tutti è stato Alex Lowes, capace di abbassare ulteriormente il record della pista fermando il cronometro sul tempo di 1’41”153 e risultando di conseguenza il più veloce della due giorni di test. Il pilota inglese alza la voce dunque in un momento per lui importante, dato che come risaputo il 22 non verrà riconfermato dal team ufficiale Yamaha, ed è in cerca di una sella.

Alle sue spalle c’è il solito Jonathan Rea. Il numero uno incassa due decimi al termine della giornata da Lowes, ma dimostra di essere pronto ad occupare perlomeno un posto sul podio tra due settimane, per consolidare il vantaggio e conquistare il quinto titolo consecutivo.

I segnali sono senza dubbio positivi infatti, dato che dall’altra parte del ring Alvaro Bautista è tutt’altro che in forma. Il pilota Ducati non è stato brillante nel turno mattutino, e nel pomeriggio non è neppure sceso in pista a causa del riacutizzarsi del dolore alla spalla infortunata a Laguna Seca, chiudendo la giornata con la nona piazza assoluta. La presenza dello spagnolo tra due settimane non è a rischio, ma la forma fisica perfetta è meno scontata.

Al turno pomeridiano non ha partecipato nemmeno Toprak Razgatlioglu, colpito da un virus influenzale capace di metterlo KO: il turco è comunque terzo nel combinato di giornata, grazie al tempo fatto segnare al mattino, distante meno di tre decimi da Lowes. Toprak può comunque sorridere vedendo la classifica odierna, dato che nelle prime cinque piazze ci sono tre Yamaha, con Van Der Mark e Baz quarto e quinto.

Positiva anche la settima piazza di Sandro Cortese, a dispetto della 13° di Marco Melandri, mentre in casa Ducati i sorrisi scarseggiano. Il più veloce di giornata è infatti Eugene Laverty (+0.902), capace di precedere il trenino di compagni di marca composto da Bautista, Rinaldi e Davies, primo pilota ad incassare un secondo precedendo uno spento Tom Sykes, solo 12°.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti