Tu sei qui

MotoGP, FP3: Doppietta Quartararo-Rossi a Silverstone, Dovizioso in Q1

Il forlivese della Ducati chiude al 14° posto, mentre Marquez terzo alle spalle della coppia Yamaha, 5° Petrucci, 10^ l'Aprilia di A. Espargarò 

MotoGP: FP3: Doppietta Quartararo-Rossi a Silverstone, Dovizioso in Q1

Allacciate bene le cinture, perché a Silverstone si vola! Il primo assaggio l’abbiamo avuto ieri, poi oggi sono arrivate conferme su conferme con record stracciati giro dopo giro. Si preannuncia quindi un fine settimana incandescente in Gran Bretagna a partire da quella che sarà la lotta per la pole position al pomeriggio.

Il primo dato di fatto arriva dalle Yamaha con Fabio Quartaro e Valentino Rossi davanti a tutti. Le curve ad ampio raggio e il nuovo asfalto sembrano quindi esaltare il carattere della M1, tanto che il giovane francese ribadisce quella potenzialità espressa ieri, piazzando all’ultimo respiro il super tempo di 1’58”547. Davanti a tutti ci sarebbe potuto essere il Dottore, ma nel finale il francese SIC Petronas gli ha giocato un brutto scherzetto.

Poco importa però al 46 che nel Regno Unito sembra aver trovato quella competitività che era venuta a mancare nelle ultime gare dai migliori. Alla fine il suo distacco dalla leadership è di soli 146 millesimi, senza scordarci che durante il suo time attack è stato rallentato dalla KTM di Johann Zarco, che se l’è ritrovata in traiettoria.

Con le due Yamaha davanti a tutti, ci si chiede dove siano Marquez e Dovizioso, protagonisti indiscussi al Red Bull Ring. Lo spagnolo della Honda ha compiuto un solo tentativo con gomma nuova, agganciando nel finale la terza piazza. Occhio però al distacco di Magic Marc, che arriva quasi a toccare i quattro decimi (+0.366). Turno invece dal retrogusto amaro per il forlivese, rimasto clamorosamente fuori dalla top ten col 14° crono. Sul portacolori Ducati pesa un distacco che supera il secondo e sono evidenti al momento le difficoltà incontrate dalla Rossa sul tracciato britannico. Servirà quindi invertire la rotta a partire dalla FP4.

La prestazione del vincitore le GP d’Austria lo costringe quindi ad affrontare la Q1, dove a fargli compagnia ci sarà anche Francesco Bagnaia, che non è riuscito a trovare la svolta necessarie dopo le libere del venerdì. Assieme a loro pure la Suzuki di Alex Rins, rimasto fuori per soli 11 millesimi dalla top ten, così come Jorge Lorenzo, autore dell’ultimo tempo a quasi quattro secondi dalla vetta. Ovviamente la priorità del 99 non è certo quella di cercare il tempo, bensì lavorare sulle sensazioni dopo l'incidente di due mesi fa ad Assen.

Tornando ai piani alti della classe, la Ducati si consola con Miller (lungo alla Stowe senza conseguenze) e Petrucci, rispettivamente in quarta e quinta posizione separati da soli 30 millesimi, poi la Honda di Cal Crutchlow. Nei primi dieci anche le Yamaha di Maverick Vinales e Franco Morbidelli seguite da Nakagami. Notizia di giornata, la presenza in top ten dell’Aprilia di Aleix Espargarò. Nonostante il secondo di ritardo, lo spagnolo si garantisce l’accesso diretto alla Q2 con la RS-GP. Soltanto 18° il compagno Andrea Iannone.    

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti