Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: "Silverstone? Non è favorevole, ma possiamo essere veloci"

Andrea: “Nel 2017 abbiamo dimostrato di sapere vincere”. Petrucci: “Devo voltare pagina per meritarmi il terzo posto nel Mondiale”

MotoGP: Dovizioso: "Silverstone? Non è favorevole, ma possiamo essere veloci"

Una cosa è certa: non c’è modo migliore per affrontare una tappa come quella di Silverstone dopo aver vinto l’ultima gara all’ultima curva contro un osso duro come Marc Marquez. Una vera e propria iniezione di fiducia il successo di Andrea Dovizioso in terra austriaca di dieci giorni fa.

In vista del round del Regno Unito è proprio da lì che vuole ripartire il forlivese: “Non c'è nulla che dia più soddisfazione e sicurezza di una vittoria – ha commentato il portacolori Ducati – ed è così che arriviamo a Silverstone con il morale molto alto. Il nostro risultato al Red Bull Ring non è arrivato per caso – ha sottolineato - abbiamo lavorato molto bene nei due fine settimana di gara consecutivi e i risultati ci hanno dato ragione”.

La pista britannica metterà sicuramente a dura prova le caratteristiche della GP19, ma occhio a non dimenticarsi del passato. Già, perché l’ultima volta che si corse, fu proprio la sua Ducati a trionfare in volata davanti alla M1 di Maverick Vinales:Anche se le caratteristiche del tracciato inglese non sono così favorevoli per noi come Brno e Zeltweg, abbiamo già dimostrato che anche a Silverstone possiamo essere molto veloci, come nel 2017 quando siamo riusciti a vincere la gara – ha ricordato Andrea - il meteo, come sempre, svolgerà un ruolo importante e bisognerà essere pronti ad adattarsi a qualsiasi circostanza”.

Dall’altra parte del box si aspettano invece segnali di riscossa da parte di Danilo Petrucci. Inutile girarci attorno: dopo il rinnovo del contratto, il ternano ha faticato a tenere il passo dei migliori e lui non si nasconde: “Sicuramente le ultime due gare sono state le mie peggiori dell'anno – ha ammesso - ora l'obiettivo è quello di voltare pagina il prima possibile, iniziando a dimostrare a Silverstone che ci meritiamo la terza posizione in campionato”.

La pista potrebbe quindi dare una mano al pilota di Terni: “Su questo circuito ho dei bei ricordi, soprattutto per il podio del 2015, e penso che se ci concentreremo fin dalla prima sessione potremo essere competitivi - ha dichiarato - ci sarà molta concorrenza e l'incertezza del meteo qui in Inghilterra è sempre un fattore da considerare, che può condizionare la gara. Sono però determinato ad ottenere un buon risultato”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti