Tu sei qui

MotoGP, Rossi a Radio 1 Rai: "I tifosi sono il mio tesoro, non ho rammarichi"

L'intervista del Dottore a Domenica Sport: "farò un figlio, ho già trovato la ragazza giusta, ma continuo a correre. Non cambio l'Italia con nulla"

MotoGP: Rossi a Radio 1 Rai: "I tifosi sono il mio tesoro, non ho rammarichi"

Valentino Rossi è stato l’ospite di eccezione nella puntata odierna di Domenica Sport su Radio 1 Rai. In studio erano presenti il papà Graziano Rossi, il  ‘nostro’ Carlo Pernat, che lo scoprì, Flavio Fratesi, resposnabile del Fan Club, e Silvano Galbusera, capotecnico del Dottore, mentre Valentino è stato intervistato da Nico Forletta.

Ecco cosa ha detto il Dottore ai microfoni di Radio 1.

A 40 anni si sta bene, ma ora coi social si è sempre in diretta

Mi fa brutto solo dire quarantenne… Sono comunque contento perché sono un 40enne in forma sia fisicamente che come animo. Quando si hanno 20 o 30 anni, quelli di 40 ti sembrano vecchi ed è anche vero. A 40 anni si sta bene, anche se sono vecchio per il mio sport”.

Prima c’era più leggerezza, sia nello sport che nella vita. Ormai siamo sempre ‘live’, è difficile essere in un posto e non dirlo a nessuno, con i social. A me piace la privacy. Inoltre non puoi fare nessun errore”.

Quando ero giovane mi arrabbiavo di più coi giornalisti, adesso meno. Nelle giornate di gara, fare le interviste è una delle cose più noiose, perché ne ho tante da fare, ma va bene così”.

Vorrei un figlio, forse ho già trovato la ragazza giusta con cui farlo

Ho votato pochissime volte. Ho iniziato a seguire un po’ la politica negli ultimi 10 anni ma penso di non mai essere andato a votare”.

Mi piacerebbe avere dei figli e penso lo farò, ma mi prendo ancora un pochino di tempo perché è difficile conciliare la mia vita con quella di babbo. Bisogna trovare la donna giusta, ma forse lo ho già trovata perché ho una fidanzata fantastica”.

Vorrei che mio figlio assomigliasse a mia madre, che avesse il suo carattere e i suoi occhi azzurri”.

I tifosi sono il mio tesoro

Fortunatamente ho solo rammarichi sportivi, normali dopo avere una carriera così lunga. Fuori da quelli, no”.

“L’Italia è fantastica, ho girato tutto il mondo e non la cambierei con niente, per come si sta, per come si mangia e anche per le ragazze. Abbiamo un grandissimo potenziale ma non sappiamo sfruttarlo al massimo, si cerca sempre di essere furbetti. Abbiamo stile e gli altri sono invidiosi quanto ci guardano”.

La maggior parte dei miei tifosi continuerà a vedere le gare, altri no. Noi abbiamo tanti piloti giovani italiani che potrebbero diventare il futuro Valentino Rossi e gli passerò i miei tiufiosi. La cosa osa più bella è vedere tanti tifosi che si emozionano dopo tanti anni, questo è il tesoro che rimane di più”.

Dio per un giorno? Cerco di rimettere a posto il nostro pianeta, sistemare tutti i danni che abbiamo fatto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti