Tu sei qui

MotoGP, Miller: "C'è del vero nelle voci di Lorenzo e Ducati Pramac"

"Abbiamo sistemato quasi tutti i dettagli, ma non ho ancora un contratto. In Ducati in molti vogliono tenermi, o almeno qualcuno. SBK? Mai pensato"

MotoGP: Miller: "C'è del vero nelle voci di Lorenzo e Ducati Pramac"

Jack Miller non è per nulla sorpreso delle voci che si sono alzate dopo Brno, per cui il suo posto in Pramac sarebbe a rischio a causa di un ritorno di fiamma tra Jorge e la Ducati. L’unica sella rossa libera, in questo momento, è proprio quello dell’australiano che non può che fare buon viso a cattivo gioco. E sdrammatizzare con una generosa dose di ironia.

Le ho sentite anch’io queste voci  su Jorge e penso che ci sia del vero - ammette Jack - Logicamente Jorge si sta guardando intorno perché fino a ora ha ottenuto poco, non riesce a guidare la Honda. E' facile infilarsi la coda tra le gambe e fare dietrofront”.

A Borgo Panigale c’è chi non ha mai mandato giù l’addio del maiorchino e farebbe di tutto per riaverlo. In questa situazione, Miller si ritrova nel classico occhio del ciclone. Perché, nonostante guardi la casella di posta ogni mattina, non ha ancora un contratto e Lorenzo, costretto a casa, non può smentire.

Lorenzo sarà troppo occupato alle Bahamas. Dite che è stato alle Maldive? Io mai in nessuna delle due parti” sorride.

Nonostante tutto, Jack mantiene la calma e non pensa ancora a piani B.

Non mai parlato di SBK con nessuno, non mi è neanche passato per la mente. Ho appena iniziato ad andare bene qui” continua a scherzare.

Sa di avere delle frecce al suo arco?

Credo che in Pramac mi vogliano bene, che vogliano tenermi, e la maggior parte delle persone in Ducati vuole lo stesso. Non sono stressato, ho avuto una riunione proprio questa mattina con Paolo” si riferisce a Campinoti,  il patron di Pramac.

Fino a qualche settima fa, Miller spiegava che mancavano alcuni dettagli da sistemare nell’accordo. Ora però Pramac ha fatto un passo nella sua direzione. Eppure il contratto non c’è ancora.

È vero. molti dettagli sono stati risolti, ma non ho ancora un contratto - conferma - Quello che posso fare dare mio meglio. Sono al mio primo anno con una moto ufficiale, la MotoGP è sempre più competitiva ma sono salito già due volte sul podio. Sento di avere fatto tutto quello che potevo fare, sono tranquillo. E poi ogni tipo di pressione è positiva, non si dice così?”.

Forse, ma a volte si deve giocare a un tavolo sapendo che il banco può vincere in ogni momento. La domanda, quasi pleonastica, è: se Pramac ha accolto tutte le richieste di Jack, vuole dire che c’è qualcuno in Ducati che sta bloccando l’accordo?

Miller annuisce con la testa e poi sorride: “non dico nulla”. Come se ci fosse bisogno delle parole.

Come ho detto prima, quasi tutti in Ducati vogliono tenermi, o almeno qualcuno” si congeda.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti