MotoGP, Rossi: “Il Red Bull Ring in Austria? Non è una buona pista per noi”

Il Dottore gioca sulla difensiva al Red Bull Ring, Vinales: “Sarà un fine settimana difficile, non so che tipo di risultato aspettarmi”

Share


È tempo di nuovi esami, perché nel weekend il Motomondiale torna in azione sul tracciato del Red Bull Ring per l’undicesimo round stagionale. Valentino Rossi e la Yamaha puntano a invertire la rotta dopo un fine settimana dal retrogusto amaro come quello di Brno.

Eppure, in quello occasione, il 46 è stato il più veloce tra gli alfieri della Casa dei Tre Diapason: “Sono felice di correre anche questo weekend – ha dichiarato Valentino – vogliamo infatti tornare a disputare delle belle gare. Il test di Brno si è rivelato positivo, siamo riusciti a trovare alcune cose interessanti, tra cui una modifica all’assetto che mi ha dato fiducia e tante altre cose”.

Il tracciato austriaco metterà comunque a dura prova la M1: “Questa non è una buona pista per noi – ha ammesso il Dottore – cercheremo comunque di fare il massimo, provando a migliorare la moto grazie al lavoro svolto nel test di lunedì in Repubblica Ceca. Credo che essere di nuovo in pista sia positivo”.

C’è chi poi come Maverick Vinales vuole dimenticare il prima possibile l’ultimo round: “Lunedì abbiamo lavorato duramente per migliorare l’accelerazione della moto –ha svelato lo spagnolo – l’obiettivo era infatti quello di avere ulteriore competitività. Ci siamo infatti concentrati sulla frenata, consapevoli che in accelerazione faticheremo”.

Eppure, nonostante gli ostacoli, l’alfiere Yamaha non vuole saperne di arrendersi: “Non so che tipo di risultato aspettarmi questo weekend – ha concluso Vinales – abbiamo lavorato per migliorare l’anteriore, consapevole che per noi sarà una pista molto difficile. Dentro di me sono sereno e spero di poter lottare con i più veloci”.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti