Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso teme Marquez anche al Red Bull Ring: "mi ha già battuto"

"È un'ottima pista per noi, devo concentrarmi su me stesso". Petrucci: "dovremo giocarci il podio per tenere viva la speranza, ma non siamo più i favoriti"

MotoGP: Dovizioso teme Marquez anche al Red Bull Ring: "mi ha già battuto"

Al Red Bull Ring semplicemente non si può sbagliare. La Ducati in Austria è imbattuta: aveva iniziato il suo dominio 3 anni fa con Iannone, per poi ripetersi nella stagione successiva con Dovizioso e poi con Lorenzo. Lunghi rettilinei, accelerazioni da basse velocità e grandi frenate: i piatti forte della Rossa, almeno fino a poco tempo fa.

Marquez e la Honda, infatti, negli ultimi mesi hanno ricucito lo strappo per quanto riguarda la cavalleria e ora il vantaggio della moto italiana non c’è più, o almeno si è molto ridotto. Se il GP austriaco era considerato un jolly nella stagione, ma ora le cose stanno differentemente.

Senza dimenticare che l’anno scorso vinse Jorge, però Marquez arrivò davanti a Dovizioso, che è il primo a ricordarselo. Per Andrea battere Marc dovrebbe essere quasi un imperativo, se vuole tenere vive le speranze iridate, e questa resta comunque una delle occasioni più ghiotte per farlo.

Non possiamo negare che il Red Bull Ring sia un'ottima pista per noi, è dimostrato dai risultati che abbiamo raggiunto negli ultimi anni, ma come dico sempre che ogni gara ha la sua storia da scrivere” va con i piedi di piombo Andrea.

L’anno scorso Marquez mi è arrivato davanti, quindi sono sicuro che quest'anno sarà di nuovo competitivo - la certezza - La cosa più importante è concentrarsi su noi stessi, mantenere il feeling che abbiamo trovato a Brno, sia durante il fine settimana che durante il test, che è stato molto positivo. Ci riproveremo, sicuramente non ci vogliamo arrendere”.

Petrucci: "un podio per mantere viva la speranza, ma non partiamo favoriti"

Se le Ducati hanno sempre volato in Austria, lo stesso non si può dire per Danilo Petrucci. Il ternano non ha mai brillato al Red Bull Ring e avrebbe bisogno di invertire la tendenza dopo la prova deludente di Brno. Nei test di lunedì si è concentrato proprio su questo aspetto e la nuova carena dovrebbe dargli una mano in rettilineo, nonostante la sua stazza.

"Non vedo l’ora di salire in moto in Austria dopo la delusione di Brno - dice Danilo - Sarà una gara in cui sulla carta dovremo giocarci un posto sul podio per mantenere viva la speranza, ma penso che le forze si siano bilanciate molto e non partiamo favoriti come gli anni precedenti. Lo vedremo già da venerdì. Ho avuto delle ottime sensazioni durante i test di lunedì e voglio mantenere questo feeling nel prossimo weekend di gara”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti