Tu sei qui

MotoGP, Taramasso, Michelin: Rins impari a parlare. Nessun problema di gomme

Il capo della Michelin in MotoGP bacchetta Rins e spiega i 15" persi dal  Gran Premio del 2018 a quello 2019: "abbiamo girato più piano per le condizioni della pista"

MotoGP: Taramasso, Michelin: Rins impari a parlare. Nessun problema di gomme

La dichiarazione di Alex Rins "pensavo mi stesse scoppiando un gomma", non è piaciuta a Piero Taramasso, responsabile Michelin sui campi di gara.

"Quando la ho vista ho parlato con la Suzuki, perché Alex nel migliore dei casi deve imparare ad esprimersi...", ha detto il tecnico torinese naturalizzato francese.

"E' vero che quasi tutti i piloti hanno sperimentato uno slittamento degli pneumatici piuttosto marcato, ma ciò è dipeso dalle condizioni della pista, non da problemi dei pneumatici. Ed infatti a gara finita non ci sono stati problemi di alcun tipo, se non un rendimento delle gomme inferiore alle aspettative, ma per motivi contingenti e non dipesi dalle nostre coperture".

La spiegazione di Taramasso è lapalissiana.

"Venerdì mattina le condizioni della pista erano pessime, tutti hanno lavorato per il time attack, perché sapevano che sarebbe piovuto, e quindi non ci si è preoccupati troppo dell'asseto; sabato poi abbiamo avuto buone prestazioni delle gomme da pioggia, ma domenica mattina al warm up le condizioni erano peggiori del venerdì. Tanto che poi è piovuto poco prima della corsa. Le condizioni dell'asfalto a quel punto erano pessime, addirittura peggiori di quelle del venerdì mattina,  quindi le gomme hanno sofferto  per andare in temperatura, c'era spinnig e l'asfalto ha comunque 11 anni, i piloti hanno fatto quello che potevano".

I numeri spiegano le difficoltà: il tempo totale del Gran Premio della Repubblica Ceca, al 20° passaggio, è stato di circa 15, 20 secondi superiore al precedente.

"Nessuna sorpresa, ovviamente. Le condizioni della pista erano quelle che erano. Di più e meglio non si sarebbe mai potuto fare. La situazione per noi è chiara: con quelle condizioni tecniche, poco lavoro sulle moto, solo Honda e Ducati sono riusciti a fare un lavoro discreto. Ma in assoluto non ci sono stati problemi di gomme in quanto tali. E' stato semplicemente un problema di asfalto unito al poco tempo avuto a disposizione per sistemare gli assetti".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti