Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Test positivi, ora devono esserlo anche le gare"

"Ho provato un nuovo assetto di forcella che mi aiuta molto in ingresso e mi fa risparmiare l'anteriore, ma aspetto l'Austria per giudicare"

MotoGP: Bagnaia: "Test positivi, ora devono esserlo anche le gare"

Share


I test di Brno sono ufficialmente in archivio per Pecco Bagnaia, ed il sorriso è tornato sul volto del piemontese. La gara di ieri infatti ha consegnato morale al piemontese, reduce da qualche caduta di troppo, e la giornata di test gli ha permesso di continuare a lavorare sulla sua moto e sul suo stile di guida.

“Non avevamo tante cose provare, quindi abbiamo fatto tante prove e controprove su parti che hanno funzionato e non durante la stagione, confermando la bontà del lavoro svolto nel weekend appena passato. Sono stati test positivi come tutti quelli svolti dall’inizio della stagione, devo riuscire ad ottenere lo stesso esito anche in gara”.

Una soluzione importante però pare averla trovata Pecco, per risolvere i suoi problemi in ingresso curva.

“Ohlins ha preparato un nuovo assetto di forcella più adatto al mio stile di guida - spiega - con cui mi sono trovato subito bene: mi aiuta nella fase di ingresso, che da sempre è stato il mio punto debole dato che a volte sono caduto senza capire perché, inoltre mi aiuta a usurare meno la gomma anteriore. Non voglio essere affrettato però, visto che quando la pista diventa molto gommata dalla MotoGP i miei problemi di trazione spariscono, ma voglio capire in Austria se siamo davvero cresciuti. Ho provato anche alcune gomme nuove che dovrebbero essere disponibili dal prossimo anno, e che sembrano poterci essere d’aiuto”.

Ad ogni modo Pecco lascia Brno con il sorriso come detto, forte di un miglioramento evidente.

Sono cresciuto in questo weekend, d’altronde da ultimo com’ero il primo giorno era facile (ride ndr). Ho lavorato tanto con Cristian (Gabarrini ndr) arrivando pronti in gara: purtroppo i turni persi per il maltempo non ci hanno permesso di capire il deterioramento delle gomme, che è stato poi il mio punto debole”.

Ora si può iniziare a pensare al Red Bull Ring, oramai tra pochi giorni.

“Sulla carta è una pista adatta alla Ducati e che mi piace molto, l’anno scorso ho fatto una bella gara con Oliveira. Da questo weekend ho iniziato a staccare molto più forte, migliorando in un settore dove ero in difficoltà, risparmiando la gomma per l’uscita di curva. È stato un test positivo anche sulla mia guida e vedremo come andrà in Austria”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti