Tu sei qui

MotoGP, Vinales: "Il 2020 non mi interessa, penso solo all'Austria"

Un deludente 10° posto per Maverick: "non riuscivo a superare Bagnaia, è stato frustrante. I nostri rivali hanno fatto un passo in avanti, a noi ne servono 2 o 3"

MotoGP: Vinales: "Il 2020 non mi interessa, penso solo all'Austria"

I risultati di Maverick Vinales sembrano il percorso di un ottovolante, con punte altissime e precipizi altrettanto profondi. A Brno è stata la volta dei secondi, con un 10° posto che ha raffreddato il morale alto dopo le ultime gare.

Ho impiegato 7 giri per superare Bagnaia che era più lento di un secondo e mezzo rispetto a me. È stato frustrante” il riassunto della sua gara.

Che, del resto, era già partita male.

Al via ho perso tantissime posizioni, partivo sull’asfalto bagnato e la ruota posteriore ha slittato - racconta - Sono comunque rimasto calmo perché, con il ritmo che ero riuscito a tenere nel warm up, ero sicuro  di potere recuperare”.

La storia dice che è andata diversamente.

Non riuscivo a spingere, oggi era impossibile guidare - spiega Maverick - Non avevo trazione e perdevo in rettilineo, praticamente potevo tentare di sorpassare solo alla prima curva”.

Vinales non vuole parlare di delusione.

“Me lo aspettavo, perché quando manca grip la M1 soffre - continua - Nel warm up era facile per me andare forte, mentre in gara ho rischiato più volte di cadere. Se non fosse piovuto il risultato sarebbe stato diverso ma quando cambiano le condizioni della pista la Yamaha diventa difficile da guidare. Dovendo fare il tempo grazie alla nostra velocità in curva, quando manca grip soffriamo”.

Domani ci sarà test importante, con il primo sviluppo del motore 2020 ma non è una cosa che interessi  troppo lo spagnolo.

Non voglio perdere tempo pensando al prossimo anno, devo concentrarmi sul GP in Austria e sulle prossime gare - taglia corto - Per raccogliere dati per lo sviluppo ci sarà tempo nei test di Misano e poi a Valencia. Io so solamente che i nostri avversari hanno fatto un passo in avanti e per riprenderli noi dobbiamo fare 2 o 3”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti