Tu sei qui

MotoGP, Rins: "Marquez? Prova sempre ad entrarti nella testa"

Alex sulla lite con Marc: "Mi ha ostacolato, non ha rispetto per gli altri piloti. Non è la prima volta che si comporta così, io non sono come lui"

MotoGP: Rins: "Marquez? Prova sempre ad entrarti nella testa"

Share


Non è stata una giornata avara di emozioni, quella di Alex Rins. Oltre al dover continuamente decifrare le condizioni della pista infatti, lo spagnolo è arrivato ai ferri corti con Marc Marquez, innescando un duello rusticano d’altri tempi. Alex dal canto suo non ha peli sulla lingua, e dice apertamente come la pensa.

“Non è la prima volta che si comporta così, tutti conoscono Marquez. Ha grande talento ma ha avuto lo stesso comportamento con Vinales in FP1, prova ad entrare nella testa degli altri piloti - attacca - ma io sono molto tranquillo. Se mi stessi giocando il titolo con lui potrei anche io cercare questo tipo di mosse ma non è questo il caso e non so perché faccia così con me, forse ha paura (ride ndr)”.

Il 42 spiega poi nel dettaglio come sono andate le cose dalla sua prospettiva.

“E’ indubbio che sia un passo avanti a tutti, ma non ha rispetto per gli altri piloti. Alla curva cinque è andato largo, ed io e Miller eravamo dietro di lui: lui ha visto Jack che lo ha passato per poi rimettersi in traiettoria, e sinceramente mi ha ostacolato. Io stavo spingendo anche se non ero molto veloce - prosegue - così nella curva successiva a sinistra ho fatto la mia linea, lui ha lasciato uno spazio e io sono entrato toccandolo, ma credo sia colpa sua il contatto. Se io fossi stato al suo posto avrei fatto passare entrambi, non credo di essere come lui”.

Lo spagnolo della Suzuki spiega giustamente le sue ragioni, visto che lo screzio è poi continuato per un attimo in pit lane.

“Se stai procedendo lento devi fare spazio agli altri. Successivamente ha staccato davvero avanti all’ultima curva per passarmi, e mentre stavamo entrando al box io ero davanti e lui non aveva lo spazio per passare: in quel caso io avrei chiuso il gas, visto che eravamo in corsia box”.

Ad ogni modo c’è anche da parlare della sesta casella ottenuta, un risultato incoraggiante in vista della gara.

“Parto sesto ed è positivo, il nostro ritmo è buono in ogni condizione quindi voglio divertirmi. Non è stato facile scegliere la gomma durante il turno: all’inizio sono sceso in pista con una coppia di medie, non era semplice capire se le slick potessero davvero essere la scelta migliore, in ogni caso il risultato mi soddisfa”.

Le sensazioni in sella di Alex sono buone, merito anche della nuova carena promossa in precedenza dal test team capitanato da Sylvain Guintoli.

“Grazie a lui ieri siamo stati in grado di usare la nuova carena. Da programma avremmo dovuto provarla nei test di lunedì, ma Sylvain mi ha trasmesso le sue buone sensazioni dopo i test di Motegi, così ho deciso di provarla già nel weekend”.

Audio raccolto da Paolo Scalera

Share

Articoli che potrebbero interessarti