MotoGP, Morbidelli: "Non sarebbe bastato gettare il cuore oltre l'ostacolo"

Franco 12° ma soddisfatto: "Oggi ci voleva precisione e intelligenza. Marc e Jack sono stati gli unici a sfruttare davvero le slick. Io sfortunato ma fiducioso"

Share


Franco Morbidelli ha chiuso le qualifiche a Brno con un 12° posto in griglia che non sembra rispecchiare affatto il suo potenziale sul tracciato ceco. Il pilota del Team Petronas ha infatti vissuto una Q2 funestata da alcune scelte strategiche sbagliate e non è riuscito a mostrare nei 15 minuti della sessione decisiva quale fosse realmente il risultato alla sua portata. 

Morbido aveva infatti brillato sia nelle prime due sessioni di libere del venerdì che nella FP4, disputata sul bagnato, lasciando intendere di poter essere in grado di giocarsi almeno un posto tra i primi cinque piloti in griglia. In realtà il pilota ha poi chiuso la qualifica con un abissale distacco di oltre 6 secondi dal poleman Marquez, ma questo è un riferimento da prendere assolutamente con le molle, come ha spiegato lo stesso Franco. 

"Oggi è stata una giornata particolare, una qualifica sfortunata per noi - ha dichiarato Morbidelli -  abbiamo sbagliato all’inizio a mettere la media che era molto difficile da guidare in queste condizioni. Ho preferito rientrare e vedere come evolveva la situazione, quindi ho anche provato a mettere le stick ma non sono riuscito ad avere un buon feeling assolutamente, quindi non ho completato neanche un giro. In pratica non ho fatto neanche un giro normale, per il verso giusto. Va bene, ma è un peccato. Partire 12° non è malissimo".

Ma oggi valeva la pena rischiare e basta, un po' come ha fatto Marquez?

"E’ particolare guidare su pista bagnata con gomme slick, ma è una condizione che puoi trovare. Non è un tipo di situazione in cui devi buttare il cuore oltre l’ostacolo e basta, devi essere preciso e intelligente in queste condizioni. Ci sono moto che ti permettono di più, altre che ti permettono meno. Poi ci sono ovviamente piloti che in questa situazione vanno meglio mentre altri vanno molto peggio. Quindi è una combinazione di fattori".

Condizioni miste che hanno favorito in ogni caso gli azzardi. 

"Le condizioni erano miste hanno dato il via a  state scelte miste. Secondo me tutti volevano qualcosa in più e quindi tutti hanno tentato le slick, ma chi è stato capace realmente di essere veloce e sfruttarle sono stati solo Marc e Jack. Specialmente Marc, direi. Tutti gli altri alla fine hanno dovuto fare un passo indietro, ma alla fine non c’era tempo per tentare nessun’altra opzione". 

Tu cosa ti aspetti per domani, puoi risalire e lottare per un posto in top five?

"Bisognerà capire domani che condizioni troveremo ma sono contento perché in FP4 abbiamo trovato qualcosa di interessante alla fine del turno e sono stato abbastanza rapido con la gomma soft consumata, quindi questo è un aspetto positivo della giornata. E’ un weekend che definirei 'thrilling'. Le condizioni sono imprevedibili, non sappiamo neanche per domani che cosa troveremo. Bisognerà vedere cosa porterà il cielo domattina, sperando di fare bene in ogni caso".

Partire 12° ed in quarta fila compromette già da adesso le tue chance in gara?

"Se domani sarà bagnato, partire 12° non sarà un grosso problema. Se invece sarà asciutto potrebbe essere un pelo peggio, ma comunque le mie sensazioni sull’asciutto sono state buone soprattutto venerdì mattina e oggi in FP4 ho ritrovato ottime sensazioni anche se su bagnato, quindi sono tranquillo in entrambi i casi. Spero però che si corra sull’asciutto". 

Audio raccolto da Matteo Aglio a Brno

Share

Articoli che potrebbero interessarti