Tu sei qui

Moto2, FP2: Doppietta tricolore a Brno: 1° Di Giannantonio, 2° Bulega

I due italiani precedono Nagashima, 7° Marquez, 10° Marini, 12° Bastianini seguito da Baldassarri, caduta per Pasini che distrugge la propria moto

Moto2: FP2: Doppietta tricolore a Brno: 1° Di Giannantonio, 2° Bulega

Share


Brilla il tricolore nel secondo turno di libere a Brno. Una sessione da incorniciare per Fabio Di Giannantonio e Nicolò Bulega, che chiudono la FP2 del venerdì pomeriggio davanti a tutti. L’alfiere SpeedUP ha bloccato il tempo suli 2’01”695, fissando il riferimento del turno. A soli 35 millesimi di distacco il portacolori dello Sky Racing Team VR46. Il miglior biglietto da visita per i due italiani che sono riusciti a fare meglio di Nagashima, il più veloce di tutti al mattino, ma questa volta costretto a incassare soli 63 millesimi dalla vetta.

Nel turno del pomeriggio le cose non però andate nel verso giusto per qualche altro pilota. È il caso di Mattia Pasini, che dopo soli tre giri è stato vittima di una caduta in curva 13 a tal punto da distruggere la propria moto. La sua sessione è finita in quel momento, dovendo accontentarsi del 14° tempo alle spalle di Lorenzo Baldassarri (+0.598), quest'ultimo ancora alla ricerca della giusta via sul tracciato ceco. Come si evince dalla classifica, i tempi sono particolarmente contenuti, dal momento che in un solo secondo sono racchiusi ben diciotto piloti.

Tornando ai piani alti della classe, in quarta posizione spicca Marcel Schrotter, mentre settimo l’attuale leader del Mondiale, ovvero Alex Marquez (+0.268), in ritardo di poco più di due decimi dalla vetta. Tra i primi dieci anche Luca Marini, mentre due posizioni più arretrato Enea Bastianini. Soltanto sedicesimo Andrea Locatelli, con lo stesso crono al millesimo di Bendsneyder, mentre Jorge Martin e Marco Bezzecchi restano fuori dalla top 20. Stesso discorso per la MV Agusta di Manzi, costretto a fare i conti con un ritardo di un secondo e mezzo.   

Da registrare la caduta senza conseguenze di Odendaal, nello stesso punto di Pasini, così come la mancata partecipazione al turno di Pratama, il quale ha alzato bandiera bianca a causa dell'infortunio rimediato ad Assen. 

Articoli che potrebbero interessarti