SBK, Rea: “A Suzuka non mi sono mai sentito così forte con la Kawasaki”

Il Cannibale cerca il riscatto dopo la caduta dello scorso anno in Giappone: “Sarò pronto ad affrontare qualunque tipo di situazione”

Share


La decisione di cancellare la Top Ten Trial ha negato a Johnny Rea e alla sua squadra di puntare alla pole in occasione della 8 Ore di Suzuka. Il Cannibale, assieme a Razgatlioglu e Haslam, scatterà infatti col secondo tempo in vista della gara di domani, in programma alle ore 4:30 italiane. Di sicuro la ZX-10RR si candida tra le favorite per il successo e il quattro volte iridato non si nasconde: “Fin dalle prove libere siamo riusciti ad avere un gran bel passo e sono molto fiducioso – ha commentato – credo di non essermi mai sentito così bene con la moto qua a Suzuka come questa settimana”.

Occhio però al maltempo, che potrebbe cambiare le carte in tavolo. Un aspetto che non sembra preoccupare più di tanto Johnny: “Sappiamo bene il rischio di questo tifone e saremo pronti a tutto – ha avvisato l’alfiere Kawasaki  -dovremo essere capaci di adattarci a qualunque condizione troveremo. Ovviamente dispiace tanto non aver potuto svolgere con regolarità tutte le sessioni di questa giornata. A parte ciò non ci resta che pensare alla gara – ha aggiunto - la concorrenza è agguerrita, però noi siamo consapevoli di quello che è il nostro potenziale”. C'è voglia di riscatto da parte del nordirlandese, che un anno fa fu vittima di una caduta che lo costrinse ad accontentarsi del terzo posto.

In casa Kawasaki non manca poi l’attesa da parte del giovane Toprak Razgatlioglu: “Correre con Leon e Johnny è un qualcosa di veramente unico – ha commentato – qua a Suzuka ho dovuto cercare di adattarmi il più veloce possibile alle gomme, dato che utilizziamo le Bridgestone e non le Pirelli come nel Mondiale Superbike. Abbiamo lavorato soprattutto sulla strategia, svolgendo un buon lavoro, sono convinto che abbiamo le carte in regola per essere veloci”

Share

Articoli che potrebbero interessarti