Tu sei qui

SBK, Riscossa Yamaha a Suzuka, Rea a oltre 1 secondo

La R1 chiude al comando la seconda giornata di prove libere della 8 Ore, 3^ la Honda HRC, seguita dalla Yamaha di Canepa poi la Kawasaki

SBK: Riscossa Yamaha a Suzuka, Rea a oltre 1 secondo

Era l’ultima occasione per affilare le armi in vista delle qualifiche del venerdì, a cui seguirà la Top 10 Trial di sabato mattina, che delineerà l’ordine di partenza. Nella sessione di libere del giovedì a Suzuka, è arrivata puntuale la risposta della Yamaha, che ha saputo mettere in riga la concorrenza.

Merito di Nakasuga, autore del riferimento della giornata in 2’06”798. La R1 del pilota giapponese, affiancato per l’occasione da Alex Lowes e Michael van der Mark, ha quindi risposto al super tempo siglato mercoledì dalla Honda di Takahashi, abbattendo il muro dei 2’07”. Un messaggio chiaro quello dei portacolori della Casa dei Tre Diapason, in azione con una livrea inedita che riprende quella storica Tech21.

La Yamaha attacca e la Honda non sta certo a guardare, tanto da portare ben due Fireblade nei primi tre posti. La migliore è quella dei francesi di FCC TSR (+0.380), che all’Ottovolante sono chiamati a recuperare i 23 punti che li separano dalla vetta nella classifica del Mondiale Endurance, poi spicca la CBR ufficiale HRC (+0.432), in ritardo di quasi mezzo secondo. Si lavora sul giro secco, ma soprattutto sul passo gara e le strategie, dal momento che alla 8 Ore di Suzuka non basta soltanto essere veloci per vincere, bensì serve interpretare e fare la scelta giusta tra rifornimenti e pit stop, quasi come se fosse una gara di Formula 1.

Per quanto riguarda i top team in azione all’Ottovolante, la Kawasaki del tridente Rea-Haslam-Razgatlioglu deve invece fare i conti con un gap che supera addirittura il secondo (+1.029). Il terzetto che vede all’opera il Cannibale sta ancora cercando la giusta fiducia, dovendo accontentarsi del quinto tempo alle spalle della Yamaha YART, impegnata con Niccolò Canepa.

A Suzuka il ligure i suoi compagni si giocano le ultime speranze iridate dell’Endurance, che al momento vedono in testa i francesi di Kawasaki SRC. Un avvio non proprio facile per gli attuali leader del Campionato, soltanto quindicesimi a oltre tre secondi dalla vetta.

Nei piani alti c’è invece spazio per la Honda di HARC-PRO, di scena con Mizuno, Aegerter e Forés, seguita in settima piazza dalla Suzuki di Yoshimura, impegnata con Guintoli. Oltre la 30^ piazza la Suzuki del team GSM di Andrea Grillini.

Domani si torna in pista per le qualifiche.

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti