Tu sei qui

Moto2, Marc VDS stringe su Alex Marquez: ha la nostra offerta

Il team manager Jean Olive vorrebbe lo spagnolo in Moto2 anche nel 2020: "spero di avere presto una risposta da lui e da Alzamora"

Moto2: Marc VDS stringe su Alex Marquez: ha la nostra offerta

Quest’anno il mercato della MotoGP è stato praticamente chiuso per ferie, con qualche eccezione. Danilo Petrucci ha dovuto sudare per ottenere il rinnovo con Ducati e Alex Marquez ha cercato un posto nella classe regina. Il fratello d’arte, però, non ha scelto la migliore stagione per provare il salto.

Il porto migliore in cui attraccare sarebbe stato il team Pramac, ma dopo la riconferma del ternano nella squadra ufficiale, è praticamente certa la permanenza di Miller, con una Desmosedici 2020. Chiusa questa porta e con Tech3 che ha deciso per Brad Binder, non è rimasto molto altro per Alex.

In verità ci sarebbe ancora una possibilità con il team Avintia, che ha un contratto con Abraham anche per il 2020 ma non con Rabat. Tito sta pensando alla SBK, come fatto da Bautista lo scorso anno, e quindi un posto ci sarebbe.

Per Marquez, però, forse non è così allettante. Pramac è una squadra legata a doppio filo con Borgo Panigale, uno Junior Team a tutti gli effetti, mentre Avintia un semplice cliente. Questo significherebbe  ‘accontentarsi’ della Ducati dell’anno precedente e non aspettarsi troppe attenzioni dalla casa madre.

Alex, quindi, come ha già chiarito in passato, potrebbe decidere di fermarsi in Moto2 un altro anno e poi tentare l’assalto alla MotoGP nel 2021. Una strada percorsa già da Johann Zarco, che dopo avere vinto il titolo nella classe intermedia nel 2015 si riconfermò nel 2016.


Marc VDS, la sua attuale squadra, non avrebbe nessun problema a tenerlo con sé. Lo dice a chiare lettere il team manager Joan Olive:non posso che augurarmi che Alex continui con noi il prossimo anno. Abbiamo concluso la discussione con il pilota e il suo manager e spero di sentirli presto”.

L’offerta è fatta, ora Alex ed Emilio Alzamora (il suo manager) dovranno dare una risposta. Marc gli aveva dato un consiglio: “andare in MotoGP con una bella moto e in un bel team. Se non li sente giusti per lui, non deve farlo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti