Tu sei qui

SBK, L'ex compagno di Marquez, Cameron Beaubier, nel mirino di Yamaha

Toprak Razgatlioglu piace ad Honda ed interessa a Yamaha, ma l'attuale campione MotoAmerica vuole ripercorrere il cammino di Ben Spies

SBK: L'ex compagno di Marquez, Cameron Beaubier, nel mirino di Yamaha

Sembra proprio che il giovane Toprak Razgatlioglu sia al centro del mercato piloti della Superbike, in questo momento.

E' naturale, a Laguna ha centrato il sesto podio stagionale, l'ottavo in carriera.
Per questo piace a tutti. Se poi aggiungiamo che stiamo parlando di un ragazzo educato, al limite della timidezza, che non alza mai i toni e sembra soddisfatto di crescere lentamente, il quadro è chiaro.

Kenan Sofuoglu, oltre che suo manager è anche il suo mentore, ed è naturale il desiderio di tenerlo in Kawasaki, nell'orbita del team Puccetti, in modo che non debba confrontarsi con una belva come Rea.

D'altro canto Jonathan è ben contento, e lo ha detto chiaramente, di avere in squadra Leon Haslam, con cui va d'accordo, condivide le idee sullo sviluppo...e non rappresenta per lui un problema in pista.

Per questo motivo sembra difficile che venga promosso in prima squadra, anche se sarebbe la scelta più logica. Poi bisognerebbe aggiungere che che Toprak è un pilota Red Bull e la verdona è sponsorizzata dalla Monster. Un piccolo problema, ma importante conoscendo la relazione di Sofuoglu con il boss della bevanda energetica Dietrich Mateschitz.

Dove l'energy drink non sarebbe un problema è in Yamaha. Andrea Dosoli, in proposito è chiaro: "certo che Razgatlioglu ci interessa. A chi non interesserebbe?".

Attualmente però il team ufficiale ha un solo posto (apparentemente) disponibile, quello di Alex Lowes. Sempre che Alex non complichi le cose rivincendo la 8 Ore, perché a questo punto diventerebbe difficile dargli il benservito.

Un posto che è ambito anche da Cameron Beaubier, che non è giovanissimo, 27 anni, ma dopo aver vinto tre volte il campionato MotoAmerica, nel 2015, 2016 e 2018, vorrebbe passare in Superbike e lo farebbe con il supporto della potente Yamaha USA, disposta a contribuire al ricco ingaggio che attualmente percepisce.

Anche perché è ormai sicuro che Yamaha-USA diminuirà il suo impegno in MotoAmerica.

"MotoAmerica è nata proprio per favorire la crescita dei nostri piloti - ci ha detto Wayne Rainey, ex iridato e boss della serie americana - ma a causa dei diversi regolamenti e dei diversi fornitori di pneumatici è difficile valutare i nostri piloti con quelli europei".

Cameron, inoltre, ha un forte desiderio di tornare in Europa. Attualmente in USA è secondo in campionato dietro a Tony Elias. Come ricorderete dopo aver partecipato alla Red Bull MotoGP Rookies Cup nel 2007, Beaubier fu selezionato per far parte della Red Bull MotoGP Academy. Nel 2008 corse nel Campionato Spagnolo CEV 125cc e nel 2009 fece una stagione completa nel mondiale 125cc. Non impressionando, ma ricordate chi era al suo fianco? Nientemeno che Marc Marquez!

Cameron arrivò quint'ultimo in campionato, con appena 3 punti, Marquez ottavo con 94...ma aveva 17 anni e probabilmente il talento di Marc mascherò le prestazioni non eccezionali della moto. Bob Moore, in suo manager, sta lavorando e non manca di ricordare che quando Ben Spies effettuò il passaggio - veni-vidi-vici - in. Superbike aveva la stessa età di Beaubier.

 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti