Tu sei qui

SBK, Pirelli: non una, ma ben due novità a Laguna Seca

La temperatura metterà a dura prova gli pneumatici della Casa tricolore, il Cavatappi è invece la curva più critica per le gomme

SBK: Pirelli: non una, ma ben due novità a Laguna Seca

Laguna Seca: ultima fatica prima delle vacanze estive per squadre e piloti, ma anche per Pirelli. All’appuntamento statunitense la Casa tricolore si presenta con due novità. La prima di queste è rappresentata da un nuovo pneumatico da qualifica che i piloti potranno usare solo ed esclusivamente nel corso della Superpole di sabato e che dovrebbe offrire prestazioni, in termini di tempo sul giro, ancora più elevate rispetto ai pneumatici utilizzati in passato su questo circuito.

La seconda novità riguarda invece il pneumatico da prequalifica SCX, ovvero quella soluzione introdotta da Pirelli proprio quest’anno per permettere ai piloti di aver un pneumatico extrasoft da poter utilizzare nel corso della Superpole in preparazione all’utilizzo del pneumatico da qualifica per il giro lanciato ma anche per la Tissot Superpole Race di 10 giri che si svolge la domenica mattina o, in casi eccezionali, anche per le gare di durata standard. La nuova soluzione SCX in specifica Y0448 dovrebbe garantire su questo circuito prestazioni ancora più notevoli rispetto alle soluzioni SCX portate finora da Pirelli.

Il tracciato di a stelle e strisce presenta una lunghezza di 3610 metri (2,243 miglia), con 7 curve a sinistra e 4 a destra, ed una larghezza di 15 metri con il rettilineo più lungo che misura 453 metri (0.281 miglia).
 
La sua posizione a pochi chilometri dal mare, ma al contempo in una zona collinosa, può dar luogo a grandi sbalzi di temperatura della pista tra le sessioni mattutine e quelle del pomeriggio. In alcune sezioni particolari come il famoso “Cavatappi” (Curva 8 e 8a), la chicane molto spettacolare situata in cima alla collina che si snoda su un dosso molto ripido e viene affrontata a circa 80 km/h, si assiste a rapidi cambi di direzione in contropendenza che mettono a dura prova il pneumatico anteriore e, al contempo, i molti trasferimenti di carico possono inficiare il grip del pneumatico posteriore.
 
Le soluzioni per la classe WorldSBK
 
Per l’appuntamento statunitense Pirelli porta a Laguna Seca 1180 pneumatici, un quantitativo minore rispendo ai round europei perché in questo caso saranno presenti i soli piloti della classe WorldSBK. Come sempre, questo quantitativo prevede sia pneumatici slick da asciutto che pneumatici intermedi e da bagnato.
 
pneumatici in misura maggiorata 125/70 anteriore e 200/65 posteriore sono confermati anche per questo round e in totale le soluzioni slick a disposizione dei piloti del WorldSBK saranno sei, due anteriori e quattro posteriori.
Per l’anteriore, Pirelli permette di scegliere tra la SC1 di gamma 125/70 in mescola morbida e la SC2 di sviluppo X1071 in mescola media.
Per quanto riguarda il posteriore, a Laguna Seca i piloti ritroveranno la SC0 di gamma 200/65 e quella di sviluppo Y0446, che utilizza la stessa struttura della SC0 di gamma ma una mescola maggiormente orientata alle prestazioni in caso di temperature dell'asfalto particolarmente elevate.
Ma la vera novità è rappresentata dalle soluzioni destinate a qualifica e prequalifica: la nuova SCX in specifica Y0448 e il nuovo pneumatico da Superpole® in specifica Y0449, entrambi al debutto assoluto in Campionato e mai testati prima dai piloti.

 

Le statistiche 2018 Pirelli per Laguna Seca
 
• Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 1369
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 5 anteriori e 5 posteriori.
 
• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK: 34 anteriori e 31 posteriori
 
• Best Lap Awards WorldSBK vinti da: Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati), in 1'23.041 (Gara 1, 2° giro) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), in 1'23.480 (Gara 2, 5° giro)
 
• Temperatura in Gara 1: aria 28° C, asfalto 52° C
 
• Temperatura in Gara 2: aria 20° C, asfalto 46° C
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 257 km/h, realizzata in Gara 2 da Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) al 3° giro.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti