Tu sei qui

SBK, Bautista sulla difensiva: a Laguna Seca la Ducati V4 faticherà

Alvaro: “Se mi ritrovo a 24 punti da Rea è soltanto colpa delle cadute, questo weekend non voglio crearmi delle aspettative”

SBK: Bautista sulla difensiva: a Laguna Seca la Ducati V4 faticherà

Share


È l’ultima fatica prima delle meritate vacanze estive. Stiamo ovviamente parlando del round di Laguna Seca, che si disputerà sette giorni dopo quello di   Donington. Una tappa piena di insidie per Alvaro Bautista, che si ritroverà per la prima volta a cavalcare la Ducati V4 sul tracciato californiano.

Per lo spagnolo la voglia di riscatto è grande, anche perché dovrà colmare 24 punti di gap: “Purtroppo, a causa delle mie cadute, ci troviamo al secondo posto nella classifica, il che potrebbe essere interessante per il campionato, ma non tanto per me – ha commentato - guardando il layout di Laguna Seca, posso già dire che di sicuro non è uno dei tracciati più favorevoli per noi, perché quando ci troviamo davanti ai dossi, in salita e in discesa, facciamo un po' più di fatica, ma come continuo a dire dall’inizio dell'anno, non ho aspettative di nessun genere”.

Nonostante gli ostacoli presenti sul cammino, l’alfiere Aruba evita di arrendersi: “Preferisco andare lì, vedere cosa succede – ha dichiarato – cercherò di  iniziare a lavorare sodo con la mia squadra e ottenere il massimo risultato possibile nel corso del weekend”.

Nella sfida contro Johnny Rea il pilota della Rossa si ritrova a combattere da solo, anche perché Chaz Davies è chiamato a fare i conti con una moto che sembra essere un rebus a tutti gli effetti:Le ultime gare sono state davvero difficili per me, soprattutto lo scorso weekend a Donington – ha ricordato – in quell’occasione non sono infatti riuscito a trovare la fiducia ottimale con la moto”.

Il gallese spera però di invertire la rotta: “Non vedo l'ora di andare direttamente a Laguna Seca prima della pausa estiva – ha sottolineato - per me è sempre stata una buona pista in cui in passato ho ottenuto alcune vittorie, quindi è una buona opportunità per cercare di migliorare i nostri risultati prima dell’estate. Ne abbiamo bisogno perché al momento non siamo sufficientemente competitivi”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti